giovedì, Giugno 20

Africa: è caccia agli asini Un mercato che sta diventando grande. Forti critiche dagli animalisti

0

Un nuovo mercato si sta sviluppando: quello legato alla pelle d’asino. Forti le critiche da parte degli ambientalisti. Non molto tempo fa, l’ organizzazione Peta Asia aveva denunciato i maltrattamenti e gli abusi subiti dagli asini cinesi. Ma a subire abusi sono anche quelli africani visto che in molti paesi come Uganda, Mali, Kenya,Tanzania, Senegal, e Zimbabwe questi animali sono oggetto di caccia. 

«Come capita per altri animali, materie prime e risorse naturali, la scala della domanda cinese è tanto ampia che può rapidamente superare l’offerta di ogni singola risorsa», ha detto mesi fa Eric Olander, fondatore del «China Africa Project». Il Niger nei primi sei mesi del 2016 ha venduto 80 mila asini mentre il Burkina Faso 45 mila. In Cina, la pelle d’asino importata viene poi bollita per produrre una gelatina di color marrone, ingrediente molto popolare e usato per dolci e prodotti cosmetici.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore