domenica, Luglio 21

Accadde oggi: Bangladesh, l’indipendenza prima della guerra 26 marzo 1971: dichiarazione d’indipendenza del Bangladesh

0

Nell’ultimo ‘Accadde oggi’, si è parlato dell’indipendenza del Pakistan, avvenuta il 23 marzo del 1956. Il territorio pakistano comprendeva due distinte regioni, una occidentale e una orientale, separate fra loro da migliaia di chilometri, corrispondenti all’area settentrionale dell’India. Come già detto, il Pakistan era nato per dare una patria a tutti i musulmani del subcontinente indiano, ma la popolazione della regione orientale era comunque culturalmente e linguisticamente diversa da quella occidentale. Erano la maggioranza della popolazione, ma erano sottorappresentati nelle istituzioni, nell’esercito e nell’amministrazione. Le loro istanze venivano ignorate e discriminate. In occasione del ciclone Bhola, che causò 500 mila morti fra i bengalesi, l’inefficienza dei soccorsi pakistani fece esplodere il malcontento: nelle elezioni del 1970 la maggioranza andò al partito portavoce delle istanze dei bengalesi, la Lega Awami, guidata da Sheik Mujibur Rahman, ma questi vennero estromessi. Scoppiarono violente manifestazioni di piazza. A questo punto (era il 25 marzo 1971), il Governo pakistano decise di intervenire con l’esercito: il Pakistan orientale era occupato e un’ondata di arresti colpì gli attivisti bengalesi. La risposta non si fece attendere, poiché già il giorno dopo, il 26 marzo 1971, il leader bengalese Sheik Mujibur Rahman, dichiarò l’indipendenza del Bangladesh. C’erano dunque tutte le premesse per far scoppiare un conflitto: la guerra di liberazione del Bangladesh.

Fu un conflitto sanguinosissimo: la popolazione bengalese subì violenze sistematiche da parte dell’esercito pakistano, tanto che c’è addirittura chi parla di tentativo di genocidio.

La situazione era disperata, la resistenza bengalese disorganizzata e i numeri in campo erano sproporzionati. Tuttavia, da parte orientale iniziarono a organizzarsi dei nuclei di resistenza, i Mukti Bahini, le cui fila si ingrossavano volta per volta grazie alle diserzioni dei militari bengalesi dall’esercito regolare e al sostegno dell’India. Come ogni conflitto dell’epoca, la guerra di liberazione bengalese si andò a posizionare all’interno delle dinamiche della Guerra Fredda: gli americani sostennero il Pakistan, al contrario dei sovietici, che presero le parti del Bangladesh e dell’India. Quest’ultima, poi entrò in guerra nel dicembre di quell’anno, risultando decisiva ai fini della vittoria del Bangladesh.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore