domenica, Novembre 17

8 metodi per mangiare sano con un budget limitato Ecco alcuni modi per risparmiare denaro e mangiare cibi sani preservando così la salute

0

Molti potranno pensare che può essere difficile mangiare bene quando si ha un budget limitato, proprio perché il cibo sano è costoso. Ma siamo sicuri sia proprio vero? Esistono in realtà molti modi per risparmiare denaro e mangiare cibi sani preservando così la nostra salute. Ecco quindi 8 modi per mangiare sano con un budget limitato

 

1. Pianificare i pasti

Per risparmiare quando si parla di cibo, la pianificazione è essenziale. Una buona prassi è quella di utilizzare un giorno alla settimana per pianificare i pasti per la settimana successiva e fare quindi la lista della spesa su questa base. Bisogna pianificare solamente l’acquisto di ciò che sicuramente si andrà ad utilizzare, in modo da evitare sprechi e, quindi, perdita di denaro. L’anteprima del volantino di Penny Market potrà aiutare nello scrivere una lista della spesa sulla base delle offerte settimanali

2. Seguire la lista della spesa

Una volta pianificati i pasti e redatta la lista della spesa, è necessario anche seguirla diligentemente, senza farsi attrarre da nuovi e accattivanti prodotti. È molto facile infatti, venire distratti una volta all’interno di un supermercato, soprattutto quando si ha fame. Una regola generale è quindi quella di evitare di andare a fare la spesa quando si è affamati. Inoltre, il centro del negozio contiene spesso gli alimenti più elaborati e malsani, se si riesce quindi a rimanere nel perimetro del supermercato, la probabilità di comprare prodotti non raccomandati diminuisce. 

3. Cucinare a casa

Cucinare a casa è molto più economico che mangiare fuori. E’ buona norma quindi, prendere l’abitudine di cucinare a casa e preparare eventuali box per il pranzo soprattutto per coloro che, per impegni lavorativi, non possono rientrare a casa. Mediamente, è possibile sfamare un’intera famiglia di 4 persone allo stesso prezzo di un pranzo o cena per due persone in un ristorante. Inoltre, cucinando a casa, si saprà esattamente il tipo e la quantità di ingredienti che si stanno utilizzando. Un vantaggio enorme per chi pone attenzione alla propria dieta. 

4. Comprare cibi integrali

Alcuni alimenti sono molto più economici se comprati in forma meno elaborata. Ad esempio, un blocco di formaggio è più economico del formaggio grattugiato, oppure i fagioli in scatola sono più economici di quelli fritti. I cereali integrali, come il riso integrale e l’avena, sono più economici per porzione rispetto alla maggior parte dei cereali trasformati. Ed oltre ad essere più economici sono anche più sani e più ricchi dal punto di vista nutrizionale.

5. Approfittare degli sconti

Se si hanno prodotti, marche o cibi preferiti che si consumano frequentemente, bisognerebbe approfittare degli sconti per fare scorta. L’anteprima del volantino di Penny Market permette di sapere esattamente quali prodotti in quale periodo saranno scontati, in modo da poter programmare la lista della spesa di conseguenza. Comprando infatti, cibi in gran quantità che sicuramente si utilizzeranno, porterà ad un risparmio a lungo termine. Attenzione solamente alla data di scadenza.

6. Acquistare i prodotti di stagione

I prodotti locali che sono di stagione sono generalmente più economici. I prodotti che non sono in stagione infatti, sono stati spesso trasportati da varie parti del mondo, un processo che va contro l’ambiente in generale e anche contro il tuo budget. Se si acquistano più prodotti del necessario, è sempre possibile congelare il rimanente e incorporarlo nei piani dei pasti delle settimane seguenti.

7. Acquistare frutta e verdura surgelata

La frutta e le verdure fresche sono solitamente di stagione soltanto durante pochi mesi all’anno. I prodotti surgelati invece, sono sempre disponibili ed altrettanto nutrienti. Inoltre, si avrà così il vantaggio di essere in grado di dosare solo ciò che si vuole utilizzare e mantenere congelato il resto, evitando così di perdere proprietà nutritive o di rischiare che l’alimento marcisca.

8. Apprezzare gli alimenti meno costosi

Ci sono molti alimenti disponibili che sono sia economici che sani. Apportando alcune modifiche alla propria dieta e abituando il proprio gusto, utilizzando ingredienti a cui non si è abituati, è possibile preparare molti pasti deliziosi ed economici. Prova ad aumentare l’uso di uova, fagioli, semi, frutta e verdura congelata e cereali integrali. Questi hanno un sapore eccezionale, sono economici e molto nutrienti.

Come abbiamo visto in questo articolo, le possibilità di risparmio quando si tratta di alimenti sono molte e diverse. Esistono molti modi infatti, per mangiare sano anche con un budget limitato. Inoltre, è da tenere in conto un altro fattore: anche se mangiare sano a volte può essere leggermente più costoso rispetto al cosiddetto ‘cibo spazzatura’ (cosa che comunque non deve essere), la spesa in più di oggi vale sicuramente la pena rispetto alla spesa da affrontare domani. La cattiva salute che deriva da una dieta mal bilanciata comporta infatti costi medici, di farmaci e persino una riduzione della capacità lavorativa. In conclusione, non è quindi possibile dare davvero un prezzo alla salute.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore