giovedì, Agosto 13

4 soluzioni per aumentare la visibilità della tua azienda Ecco cosa si può fare quando si ha bisogno di far conoscere a più persone quello che la propria impresa è in grado di offrire

0

Il mondo del lavoro diventa sempre più competitivo.

Quasi tutti i settori, ancor prima di aver trovato un impiego, richiedono la capacità di farsi notare e distinguersi dagli altri per qualità e capacità.

Il mondo del commercio, sia di beni che servizi, è ogni giorno un passo più avanti e altamente concorrenziale in ogni sua forma. Questo richiede aggiornamenti e migliorie continue.

In fondo, ai clienti è importante poter dare sempre il massimo.

Ma quando i clienti sono pochi e si ha bisogno di far conoscere a più persone quello che la propria azienda è in grado di offrire, cosa si può fare?

1. Social Media

Le grandi aziende possono contare sulle fiere e sugli eventi più importanti dei vari settori per richiamare l’attenzione di futuri clienti.

Le piccole imprese possono invece puntare sull’immensa capacità dei social media di raggiungere praticamente tutti, ovunque, e creare una strategia di marketing su internet.

Le campagne marketing sui social network possono essere create e gestite anche da chi non si occupa di marketing e con risultati più che positivi.

Facebook, ad esempio, offre un corso gratuito, composto da più lezioni, che servono alle piccole e medie imprese per farsi pubblicità. Anche con piccoli investimenti si pubblicizza la propria attività e si ottengono visitatori interessati a ciò che la vostra azienda propone.

2. Gadget aziendali

I regali promozionali sono la strategia pubblicitaria più astuta che esista.

Richiedono quasi sempre un investimento minimo che porta però il massimo risultato prolungato nel tempo, spesso molto più efficace di un costosissimo cartellone pubblicitario.

Per ottenere il massimo è importante scegliere gadget utili e che possano essere utilizzati in luoghi pubblici, come cappellini, ombrelli, t-shirt, etc. Per la realizzazione, è consigliabile puntare su aziende esperte nel settore e con un catalogo di prodotti molto vasto e di alta qualità.

Già, perché è proprio la qualità dei regali promozionali, oltre alla loro utilità, ad assicurare un ottimo risultato pubblicitario.

Immaginate quanto utile possa essere ogni giorno una borsa personalizzata o un ombrello antivento quando piove, da rendere unici con frasi o con il vostro marchio.

Aziende come Maxilia garantiscono esperienza e un ampio catalogo, oltre a un servizio gratuito di realizzazione del vostro logo aziendale.

3. Presenza online

Avere un sito web, una pagina dettaglio su Google Maps o un profilo aziendale su altri siti non è una soluzione definitiva, ma solo l’inizio.

Per farsi notare è importante investire sulla presenza online e sul posizionamento SEO, in modo che quando qualcuno scrive sul motore di ricerca il nome dei beni o dei servizi che la vostra azienda offre, quest’ultima appaia tra le prime tre pagine.

In questo modo il vostro sito aziendale sarà visibile e non si perderà tra i meandri della concorrenza.

4. Volantini

Un classico della pubblicità valido come alternativa alle attività online.

Il volantinaggio ha un costo relativamente basso e il suo effetto pubblicitario può durare a lungo nel tempo.

Tuttavia, non mira esclusivamente a chi ha bisogno di quel che vendete ma a tutti, diminuendo il ROI.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore