mercoledì, luglio 18

USA: Rex Tillerson non è più il Segretario di Stato americano Ad annunciarlo, via Twitter, è stato il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Forti i contrasti tra i due

0

Attraverso un tweet, come spesso gli accade per le decisioni importanti, Donald Trump ha appena licenziato il Segretario di Stato Rex Tillerson. A prendere il suo posto sarà Mike Pompeo, ormai ex direttore della CIA, che sostituirà Tillerson dopo il suo breve periodo alla Segreteria di Stato. Alla CIA arriva Gina Haspel, prima donna a ricoprire la massima posizione nell’agenzia, coinvolta in due casi di tortura nei confronti di due prigionieri sospettati di terrorismo

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiesto al segretario di Stato Rex Tillerson di dimettersi venerdì scorso. Lo rivela la Cnn, citando una fonte dell’amministrazione, secondo cui il presidente “ha pensato che fosse il momento giusto per la transizione in vista dei prossimi colloqui con la Corea del Nord e i vari negoziati commerciali”. “Potus (acronimo del presidente, ndr) ha chiesto a Tillerson di farsi da parte venerdì”, ha detto ancora la fonte.

Sabato scorso, all’indomani dell’annuncio di un possibile vertice entro maggio tra Trump ed il leader nordcoreano Kim Jong un di cui il segretario di Stato non era stato messo a conoscenza, Tillerson si era dato malato durante la tappa del suo viaggio in Kenya.

Farà un fantastico lavoro“, ha scritto Trump di Pompeo, aggiungendo anche un messaggio di ringraziamento per il segretario di Stato uscente: “Grazie a te Tillerson per il tuo servizio“. “Auguri a tutti”, ha concluso Trump. 

 “Sono orgoglioso di nominare il direttore della Cia Mike Pompeo, come nostro nuovo segretario di Stato“, ha scritto Trump in una nota diffusa dalla Casa Bianca, ricordando il curriculum di Pompeo, diplomato a West Point e laureato ad Harvard. “Come direttore della Cia”, ha sottolineato il presidente, “si è conquistato l’elogio dei membri dei due partiti, rafforzando la raccolta di informazioni di intelligence, modernizzando le nostre capacità difensive ed offensive e costruendo stretti legami con i nostri amici ed alleati nella comunità di intelligence“.

Trump si è quindi detto “fiducioso che Mike sia la persona giusta” per guidare la diplomazia americana “in questo momento critico, continuando i nostri programmi per ripristinare la posizione dell’America nel mondo, rafforzando le nostre alleanza, affrontando i nostri avversari e lavorando per la denuclearizzazione della penisola coreana“.

“La sua esperienza nelle Forze armate, nel Congresso e come leader della Cia lo hanno preparato bene per questo nuovo ruolo e chiedo una sua rapida conferma” al Senato, ha concluso il presidente. Che ha poi ringraziato Tillerson per il servizio reso in questi 14 mesi, “è stato fatto un grande lavoro, auguro il meglio a lui e alla sua famiglia”.  

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore