Politica Video

Una ‘nuova moneta’ per lo Zimbabwe

Così il governo spera di risolvere la grave crisi di liquidità che ha colpito il Paese

Advertising

La Banca centrale dello Zimbabwe corre per l’ennesima volta ai ripari. L’ultima spiaggia, per il presidente Robert Mugabe, sembrano essere le ‘bond notes’, ovvero le note obbligazionarie. Si tratta di una sorta di mini-titoli di stato da 2 e 5 dollari locali per un controvalore complessivo di 200 milioni, che hanno l’intento di far circolare una nuova moneta, visto che i dollari in circolazione sono quasi scomparsi. I nuovi strumenti finanziari vengono emessi alla pari con il dollaro USA e, al fine di evitare una corsa agli sportelli bancari, gli istituti stanno limitando i prelievi di contante a 50 dollari al giorno o 150 a settimana. L’obbiettivo e la speranza del governo è innanzitutto sopperire alla crisi di liquidità, anche se il rischio di un’iperinflazione, come quella che si verificò con il dollaro zimbabwiano nel 2009, è fortissimo. Proprio in vista di questa eventualità, in tanti hanno protestato, vedendo in questa iniziativa un ritorno alla sovranità monetaria che riporta alla mente il tragico 2009, quando a forza di stampare soldi l’ultima valuta locale dello Zimbabwe aveva raggiunto un valore così basso che la banconota più grossa in circolazione, cioè quella da 10mila miliardi, non era sufficiente per comprare un biglietto dell’autobus. Da allora, la crisi non è mai stata realmente risolta nel tempo, principalmente a causa del governo corrotto e inefficiente che ha generato una grave sfiducia nella popolazione. In pochi si fidano del governo e l’iniziativa risulta poco credibile. Questo perché diversi cambia-valute hanno già dichiarato alla stampa estera di non avere alcuna intenzione di scambiarli a un rapporto di 1:1, perché altrimenti andrebbero in fallimento. In massa si sono recati presso gli sportelli e i distributori di benzina, terrorizzati da questo inarrestabile terremoto finanziario. Una situazione che colpisce lo Zimbabwe, già profondamente segnato da una gravissima siccità che ha indotto il governo a dichiarare lo stato di calamità in molte aree rurali.
(Video tratto dal canale Youtube: CNN Money)

Native Advertising