giovedì, maggio 24

Tonga, la devastazione del ciclone Gita I venti hanno raggiunto una velocità di circa 230 chilometri orari. E' il ciclone più potente ad essere passato vicino alle isole negli ultimi 60 anni

0

Un ciclone tropicale di categoria 4, chiamato Gita, si è abbattuto nelle scorse ore sull’arcipelago delle Tonga, nell’oceano Pacifico. I venti hanno raggiunto una velocità record di circa 230km/h: Gita è il ciclone più potente ad essere passato vicino alle isole di Tongatapu ed ‘Eua, le più grandi, negli ultimi 60 anni. A dirlo è il servizio metereologico del Regno Unito.

In previsione dell’arrivo di Gita, il primo ministro aveva dichiarato lo stato di emergenza e le autorità avevano ordinato il coprifuoco. Nell’isola di Tongatapu circa 75mila persone sono rimaste senza elettricità, tre hanno riportato lesioni gravi e almeno 30 sono ferite in modo lieve. Gravi i danni alle strutture, come mostrano le immagini che vi proponiamo.

(video tratto dal canale Youtube di Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.