mercoledì, settembre 19

Thailandia: la musica può superare le divisioni? E questo grazie alla Yala City Municipality Youth Orchestra

0

Potrebbe essere la Yala City Municipality Youth Orchestra a superare le divisioni in Thailandia? L’Orchestra composta da ragazzi per promuovere la tolleranza religiosa tra le diverse fedi potrebbe mettere fine ai contrasti tra i movimenti delle cosiddette ‘Magliette Rosse‘ il colore del sangue versato, della genìa Thai che non vuole scendere a compromessi con le proprie radici storiche e culturali, i secondi – non a caso – hanno scelto il colore più elitario del Regno del Siam, le ‘Magliette Gialle‘. E poi la questione religiosa.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore