Economia Video

Thailandia, economia incerta dopo la morte del re

Caduta negli ultimi giorni del mercato azionario di Bangkok e del baht

Advertising

In Thailandia la presenza del re Bhumibol Adulyadej era una garanzia di stabilità economica del Paese, nonostante la scarsa crescita e i deboli investimenti. Ora invece, a pochi giorni dalla sua scomparsa -avvenuta il 13 ottobre all’età di 88 anni e dopo settant’anni di governo- non solo il Paese rischia possibili disordini politici, ma anche la sua economia è in pericolo. Gli analisti di Capital Economics hanno infatti sollevato preoccupazioni su possibili turbolenze dell’economia thailandese dopo la caduta avvenuta negli ultimi giorni del mercato azionario di Bangkok e della valuta baht. Per di più, a risentirne più di tutti di tale incertezza potrebbe essere proprio il turismo, settore che costituisce il 10 per cento dell’economia thailandese e impiega 5,4 milioni di persone.
«La mancanza di investimenti sta minando la futura capacità produttiva dell’economia. La linea di fondo è che è difficile essere ottimisti circa prospettive a medio termine della Thailandia fino a quando il quadro politico non diventerà più chiaro», hanno dichiarato gli analisti, aggiungendo anche «Il periodo di (relativa) calma politica presente dal colpo di stato del 2014 ha aiutato l’economia a recuperare … Ma la rinnovata instabilità politica potrebbe far deragliare rapidamente questo recupero».

Altri analisti invece sostengono che la transizione del potere in Thailandia sarà facile e non danneggerà l’economia: «Ci aspettiamo che la successione reale dell’erede designato e principe ereditario Maha Vajiralongkorn sarà stabile e che la volatilità del mercato intorno alla morte del re non sarà di lunga durata», ha commentato Eurasia Group. Sottolineando che limpatto sull’ambiente degli investimenti sarà ‘relativamente minore’ e che non durerà più di 100 giorni di lutto. A creare tensione economica, inoltre, sono le società thailandesi che ritengono opportuno rinviare il lancio di nuovi progetti al periodo successivo al lutto nazionale.

 

(video tratto dal canale YouTube di Al Jazeera)

Native Advertising

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>