Navigazione: Stati Uniti

Esteri
Corea del Nord tra USA, Russia e Cina
Continuano ad allarmare e a dividere le ambizioni militari e le provocazioni ad ampio raggio del regime di PyongyangContinuano ad allarmare e a dividere le ambizioni militari e le provocazioni ad ampio raggio del regime di Pyongyang
di

Ci si può domandare, a questo punto, se la maggiore indulgenza e comprensione russa non rischi di indurire anziché moderare la condotta di Pyongyang, benchè molto dipenda evidentemente anche dalla disponibilità di Washington e Seul per un dialogo multilaterale.

EsteriEsteri
Trump, primo viaggio all’estero in Arabia Saudita
E oggi il Presidente visita Netanyahu in Israele
di

Oggi Donald Trump è atteso a Israele, altro Paese chiave della politica americana in Medioriente. Trump incontrerà il Primo Ministro Benjamin Netanyahu, che si aspetta di ascoltare le idee della nuova Amministrazione americana riguardo alla situazione dei palestinesi nello Stato ebraico.

EsteriEsteriEsteri
Stati Uniti e Arabia Saudita: un rapporto da rinegoziare?
Diversi elementi spingono a non considerare del tutto scontato l’esito del viaggio di Trump alla corte degli al-Saud
di

Al di là delle convergenze, gli interessi divergono su più di una questione, prima fra tutte quello della relazione sciiti-sunniti: dal depotenziamento di questa rivalità che dipende la possibilità di Washington di liberare le risorse necessarie a dirigere la sua azione verso teatri più importanti

EsteriEsteriEsteriEsteri
Arabia Saudita: tempo di riforme a 360°
Parla l’ambasciatore saudita in Italia, Rayed Khalid A. Krimly. Dallo Yemen agli USA di Trump alle riforme economiche
di

“Saudi Vision 2030 costituisce il piano economico post-petrolifero del regno, non mira solo al rafforzamento del potere economico del Paese, punta anche a migliorare la qualità della vita nel Paese”

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
La Francia ha il suo Primo Ministro: Edouard Philippe
Ennesima delusione per Martin Schulz: SPD sconfitto in Nord Reno-Westfalia
di

Philippe Primo Ministro di Francia; incontro Macron-Merkel; Schulz ancora sconfitto; atrocità in Siria; in Iran e sfida Rohani-Raisi; “Belt and Road Forum di Pechino; incontro Trump-Erdogan

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Ecco la difesa Usa contro la Nord Corea
I punti forti e i punti deboli della difesa missilistica americana secondo il Center for Strategic and International Studies (CSIS)
di

Ci vorrà ancora molto affinché i programmi possano essere descritti come maturi o robusti. Il focus americano ora è un altro: limitare la minaccia missilistica proveniente da Corea del Nord e Iran. Dovrebbero aspettarsi minacce dalle tante sfaccettature e che potrebbero sovvertire il sistema difensivo odierno, incluse intrusioni avanzate cyber, attacchi elettronici e veicoli ipersonici.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Asian Infrastructure Investments Bank: Pechino sfida gli Usa
Ecco la banca cinese che finanzia Belt and Road e si candida a contrastare lo strapotere di Fmi e Banca Mondiale
di

L’Aiib in aperta concorrenza con Fmi, Banca Mondiale e Asian Development Bank -controllate dagli USA- dal punto di vista di Washington rappresenta uno strumento pericolosissimo e che proietta il soft power di Pechino in Europa, Asia, Africa

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Belt and Road: una via d’uscita per la Corea del Nord
Esiste verosimilmente una volontà internazionale di pacificare la penisola coreana per poter procedere al completamento della Nuova Via della Seta
di

Il futuro eurasiatico è già segnato, è One Belt, One Road (OBOR), e l’interconnessione di tre continenti potrebbe placare gli animi e sollecitare interazioni più collaborative tra i popoli e le Nazioni

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Belt and Road: tutte le strade portano a Pechino?
14 e 15 maggio a Pechino l’evento diplomatico più importante del 2017
di

65 Paesi coinvolti, su un’area estesa tra Asia, Europa e Africa che ha il 65% della popolazione mondiale e rappresenta il 30% del PIL mondiale. L’influenza economica e il potere politico che ne deriverebbe per la Cina è inaudito in un mondo multipolare

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Francia, ultimo giorno di campagna elettorale e Macron sempre in testa
di

Il candidato di En Marche è dato al 62% dei voti contro il 38% della rivale Marine Le Pen. Germania, dove è stato arrestato vicino a Lipsia un sospetto membro del gruppo terroristico dello Stato islamico. Venezuela, ancora scontri: morto un ragazzo

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Arabia Saudita, decisore sempre più globale?
Il nuovo corso della politica estera dell'Arabia Saudita sui principali scenari mondiali: ne parliamo con Giuseppe Dentice, ricercatore ISPI
di

Il rinnovato dinamismo economico-commerciale, culturale e diplomatico potrebbe far acquisire all’Arabia Saudita un nuovo status di decisore sempre più globale, in grado di intervenire e influenzare le dinamiche extra-regionali sempre più interconnesse con lo scenario mediorientale e internazionale”

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Venezuela: tra Papa Francesco e Trump, la rivoluzione di Maduro ha i minuti contati?
La rivoluzione in atto in Venezuela spiegata da Mauro Bafile, direttore de La Voce d' Italia
di

‘Con il ritiro del Paese dall’Osa, il governo abbandona l’organismo più importante del continente americano ma non per questo resterà isolato. Il Paese è sull’orlo dell’esplosione sociale, sarebbe opportuno un accordo con il Fondo Monetario Internazionale. La guerra civile non conviene a nessuno’

1 2 3 6