Navigazione: Slide

EsteriEsteri
Raqqa e il futuro dell’area mediorientale Cosa accadrà in Medio Oriente dopo la caduta di Raqqa? Ne parliamo con il professor Massimo Campanini
di

‘Daesh è stato un fenomeno totalmente diverso da al-Qaeda ma, anche ammettendo che fosse un fenomeno consecutivo rispetto ad al-Qaeda, le cause che hanno provocato, ancora prima dell’emergere di al-Qaeda, l’emergere delle formazioni di lotta armata degli anni ’70, ’80 e ’90 del secolo scorso, sono ancora tutte sul terreno’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Giappone al voto: Abe verso la riconferma, ma con quale maggioranza? Sulle ragioni del voto e sugli scenari che potrebbe aprire abbiamo sentito il professor Axel Berkofsky, Senior Associate Research Fellow presso l'ISPI
di

La ripresa economica, la frammentazione delle opposizioni e la necessità di allontanare lo spettro del clientelismo fra le ragioni del voto. E all’orizzonte la possibilità di superare il principio pacifista e rendere il Giappone una potenza militare a tutti gli effetti

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Trump e l’Iran: per il Medio Oriente un gioco ad alto rischio Il giudizio favorevole dell’IAEA sulla condotta di Teheran rischia di fare degli USA il vero 'Stato canaglia'
di

La posta in gioco dietro al compromesso sul nucleare riguarda, infatti, il ruolo che l’Iran deve giocare negli assetti del ‘nuovo’ Medio Oriente; un ruolo che l’amministrazione Obama vedeva in termini di contributo (seppure competitivo) alla stabilizzazione della regione. Trump la pensa diversamente

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Nel sorriso di Xi Jinping si nasconde il roccioso pragmatismo cinese Il XIX Congresso del Partito Comunista Cinese rivela le aspirazioni cinesi nell’epoca dell’egemonia sempre più chiara ed evidente della Cina a livello mondiale
di

Liberismo nel commercio sulle piazze internazionali, mano dura e ferma a Piazza Tienanmen e in tutto il territorio dell’Impero di Mezzo. Cosa nasconde la Cina nelle sue numerose operazioni benefiche nel Mondo?

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItalia
La diplomazia nella complessità del mondo liquido Parliamo di diplomazia con Giampiero Massolo, Presidente del Comitato Scientifico del Festival, nonché, già Segretario generale del Ministero degli Affari Esteri
di

Non esiste più lo spazio, non esiste più il tempo e tutto si verifica contemporaneamente in ogni luogo. In tutti questi c’è bisogno di qualcuno che veda la complessità dei fenomeni e che riesca anche a farne la sintesi, che riesca a mettere in comunicazione e a fare da tramite, ad unire i puntini.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaEsteri
Catalogna: ultimatum scaduto, adesso articolo155 Intervista con Roberto Virzo, docente di diritto internazionale dell’Università del Sannio e Luiss
di

Il Governo Rajoy sabato presenterà il pacchetto di provvedimento in attuazione dell’articolo 155 da presentare al Senato per l’approvazione prevista per il 27 ottobre; la risposta di Barcellona sarà l’attuazione immediata della dichiarazione d’indipendenza unilaterlae al momento ancora sospesa

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaEsteriItalia
Festival della Diplomazia: una finestra sul mondo Si apre oggi la VIII edizione del Festival della Diplomazia che si terrà a Roma dal 19 al 27 Ottobre
di

Il Festival ha la pretesa di far discutere su come il nostro mondo possa trovare attraverso i negoziati e la diplomazia, soluzioni che siano il più possibile condivise ed eque. A noi servirebbe per uscire da quella situazione di una crescente incapacità di capire il mondo, un mondo che non si esaurisce nei programmi tv di intrattenimento o nei social.

1 2 3 63