mercoledì, settembre 19

Navigazione: Evidenza

Malaysia: polemiche sul PIL ma il vero tema è il ruolo economico della Cina Come gli investimenti cinesi influiscono persino sulla politica e sui poteri decisionali di un Paese amico
di

L’attuale Premier Najib Razak accusato dalle opposizioni politiche di fare il gioco della Cina e di svendere la Nazione pezzo dopo pezzo al colosso asiatico. E’ difficile immaginare che la politica nazionale malese non risenta degli influssi dei potenti capitali cinesi

Kenya: nessun’altra elezione prima del 2022 Oggi la commissione elettorale dichiarerà ufficialmente Uhuru Kenyatta vincitore ma Odinga non si arrende
di

le violenze previste si sono verificate in diverse zone e si teme che il numero dei morti cresca esponenzialmente. L’opposizione, dopo l’annullamento delle elezioni in Kenya dello scorso 8 Agosto, aveva richiesto i 90 giorni ‘canonici’ per le nuove elezioni; richiesta disattesa cui è conseguito l’incitamento a boicottare il voto e l’uscita-‘non uscita’ di scena del leader Raila Odinga. Blocchi ed agitazioni hanno impedito l’apertura di alcuni seggi

Trump e il ‘Watergate’ di Obama e Hillary Clinton Il presidente ha tirato in ballo l'accordo, approvato nel 2010, con cui Rosatom diventava uno dei più grandi produttori di uranio del mondo
di

Il presidente repubblicano della Commissione intelligence del Congresso ha annunciato l’avvio di una indagine sui motivi per cui l’Fbi non informò il parlamento delle proprie perplessità riguardo al riuscito tentativo della russa Rosatom di mettere le mani sulla canadese Uranium One, quando era segretario di Stato Hillary

Kenya: una minoranza al voto, in un clima teso Solo il 34,5% degli aventi diritto ha votato, in 4 distretti non ci è potuto votare; Uhuru Kenyatta vince forte di una minoranza che lo rende debole e a rischio contestazioni
di

Raila Odinga, che si era ritirato dalla corsa alla Presidenza e aveva invitato a boicottare il voto appare come il vincitore morale, il suo partito verrà trasformato in «movimento di resistenza» con la costituzione di una «assemblea del popolo» per richiedere l’indizione di nuove elezioni entro 90 giorni

Sud Sudan, si aggrava la crisi nei campi profughi Mons. Mangori: 'Ogni comunità etnica vive in posti separati, ma si incontrano ai pozzi, dove spesso scoppiano litigi che degenerano in scontri comunitari'
di

La guerra civile scoppiata nel dicembre 2013 ha costretto alla fuga milioni di persone, anche perché il conflitto ha preso subito una dimensione etnica. E questa purtroppo si riflette sempre di più anche nei campi dove sono accolti i rifugiati