Navigazione: Etiopia

EsteriEsteri
Africa: tutti gli ostacoli dell’unione economica continentale I vari Paesi africani stanno decidendo se unirsi al TFTA o meno sulla base di convenienze nazionali ed opportunistiche
di

A distanza di due anni dal lancio del TFTA, il progetto di unione commerciale degli Stati di metà del Continente è ancora incerto e sta incontrando difficoltà, in quanto non è originato da un progetto politico di indipendenza economica, supportato da un collante di nazionalismo Panafricano

EsteriEsteriEsteriEsteri
Etiopia-Egitto, incontro tra Diga e tensioni regionali Si parlerà soprattutto degli sviluppi relativi al progetto di realizzazione della Grande diga della rinascita (Gerd)
di

Si discuterà anche della crisi in atto fra Egitto ed Eritrea, da un lato, e Sudan dall’altro, dopo che la scorsa settimana le autorità di Khartoum hanno lamentato di considerarsi sotto minaccia per le presunte attività militari in corso lungo il confine orientale

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
La diga che fa alzare la tensione tra Egitto, Etiopia e Sudan Lunga 1,8 chilometri e alta 155 metri, sarà la più grande struttura di questo genere in Africa
di

Il Cairo e Khartoum temono le ripercussioni di un minore apporto di acqua. Al Sisi: ‘Valutiamo positivamente le necessità di sviluppo dei nostri amici e fratelli in Etiopia ma siamo in grado di proteggere la nostra sicurezza nazionale e l’acqua per noi è una questione di sicurezza nazionale’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Catalogna: per Puigdemont scatta il mandato di arresto europeo Attentato New York: Saipov ha pianificato l'attacco per oltre un anno. Corea del Nord: nuovi test in vista?
di

La richiesta è arrivata dal giudice Carmen Lamela, che intanto ha ordinato la detenzione provvisoria del vicepresidente Oriol Junqueras e di sette ministri del Govern catalano destituito. ONU: crimini internazionali a Mosul da parte dell’ISIS

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Nel sorriso di Xi Jinping si nasconde il roccioso pragmatismo cinese Il XIX Congresso del Partito Comunista Cinese rivela le aspirazioni cinesi nell’epoca dell’egemonia sempre più chiara ed evidente della Cina a livello mondiale
di

Liberismo nel commercio sulle piazze internazionali, mano dura e ferma a Piazza Tienanmen e in tutto il territorio dell’Impero di Mezzo. Cosa nasconde la Cina nelle sue numerose operazioni benefiche nel Mondo?

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Dove e perché conviene investire (ancora) in Africa La crescita in Africa c’è ancora: il quadro della classifica annuale della banca d'affari Rand Merchant Bank
di

Secondo  la classifica annuale ‘Where to Invest in Africa’, lo sviluppo c’è ancora ed è anche forte. Lo studio si occupa di analizzare dove si può investire positivamente a seconda della situazione economica di un dato Paese. I tassi di crescita sono diminuiti gradualmente e le aziende hanno iniziato a cedere dinanzi alla pressione dei prezzi delle risorse, ai disagi in merito alla sicurezza, alle leggerezze fiscali e ai problemi climatici, come quello della siccità che pare non svanire. Ma il futuro è limpido.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Etiopia ancora una volta nel vortice della violenza Siccità, questione economica e scontri tra etnie: le diverse matrici di una crisi profonda
di

Ma a ben vedere, tra le righe di uno sviluppo così repentino, ci sono sempre stati i segnali che potevano far presumere un ritorno alla violenza e ai conflitti. Quindi, la violenza ha sì una derivazione etnica, ma anche una matrice politica. Vediamo , inoltre, un’altra correlazione; la crisi è ancor più esasperata dalla situazione che affligge la zona del Golfo.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItalia
Caro Renzi, la cooperazione non è la risposta all’immigrazione
La cooperazione negli ultimi 30 ha fallito il suo obiettivo di sviluppo nel Terzo Mondo; l’unico strumento in grado di creare benessere è l’industrializzazione, che stanno portando Cina e Russia, non l'Italia, non l'Europa
di

I flussi migratori diminuiranno entro i prossimi 10 anni, non grazie alla Cooperazione Internazionale, ma all’industrializzazione offerta da Cina e Russia, l’Europa emigrerà in Africa. Fantascienza? No, la verità che né Renzi né la destra vi dirà mai. Wait and see!

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaEsteri
Cina in Africa: dalla via della seta all’automotive
Abbiamo analizzato con Alessia Amighini l'evoluzione dello sviluppo cinese in Africa
di

Lo sviluppo della Cina in Africa risale già alla seconda metà del ‘900. Ha cambiato forma in parte mantenendo sempre gli stessi obiettivi. Un obiettivo politico,…

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaEsteriEsteri
L’Africa arriva al G7, e la fanno sbarcare con il piede sbagliato
Al summit, domani saranno ospiti i leader di Tunisia, Nigeria, Niger, Kenya, Etiopia. Si parlerà di migrazioni, non delle potenzialità economiche dell'Africa irrinunciabili per l'Occidente
di

Il rischio è: fiumi di parole e zero fatti, da parte di ex grandi che si limitano a intercettare e ‘pensare’ l’Africa esclusivamente in rapporto alla gestione dell’emigrazione, e non quale area sulla quale si gioca già il futuro dell’economia del pianeta