Navigazione: elezioni

Malaysia: lo scandalo si abbatte sull’ex Premier Najib Razak Sconfitto all’ultima tornata elettorale, ora una Commissione governativa indaga su di lui e sulle enormi ricchezze in gioielli preziosi ed altro rinvenuti in casa e sui conti correnti. L’ira popolare e lo scandalo di fondi statali stornati a proprio favore
di

Inquirenti USA e malesi hanno scoperto in casa sua beni e preziosi per un controvalore di almeno 27.6 milioni di Dollari USA senza contare quel che si sta via via rintracciando sui suoi conti correnti personali. Tutto deriverebbe da fondi statali siglati 1MDB a favore di propri interessi personali

Thailandia: monta la protesta contro i militari Quattro anni di dittatura, elezioni prima promesse poi sempre rimandate, nonostante la paura delle condanne e della carcerazione, cresce la protesta degli attivisti anti-golpe
di

A quattro anni dall’instaurazione della dittatura militare in Thailandia attraverso un golpe, il fronte politico democratico anti-golpe -con molto coraggio- scende in piazza nella Capitale Bangkok e fronteggia 3.000 tra militari e poliziotti. Si dice “basta” al continuo rimandare delle elezioni politiche e si chiede il ritorno alla Democrazia

Venezuela: fra le elezioni e due poteri opposti Il 20 maggio dovranno svolgersi le contestatissime elezioni presidenziali in Venezuela. In quale contesto avverrà questa consultazione elettorale?
di

Con ogni probabilità, tuttavia, l’appello dei ‘diablos en sotana’ verrà ignorato e il 20 maggio le elezioni presidenziali venezuelane, pur essendo dai più boicottate, ignorate, ritenute farsesche quando non apertamente incostituzionali e illegali, si svolgeranno

Elezioni Iraq: ritorna al Sadr, Teheran e Occidente fuori La vittoria del leader sciita e nazionalista pone dubbi sulla direzione politica del prossimo Governo. Il commento del risultato elettorale con i possibili scenari, con Chiara Lovotti, Reasearch assistant ISPI
di

“Più che un voto verso Sadr, è stato un voto di protesta contro l’establishment iracheno. Sadr rappresenta la rivolta, e il suo movimento sadrista incarna le delusioni di una popolazione illusa e disillusa. La divisione interna sciita non ha inciso sul risultato”

La Malaysia al voto: Mahatir Mohamad ha vinto E’ stata definita “la Madre di tutte le votazioni”: socialdemocratici ed islamisti hanno sperato nel cambiamento dopo la presa del potere dei conservatori dell’UMNO nel 1957
di

Sconfitto, forse per i recenti scandali, il Primo Ministro in carica Najib Razak. L’opposizione ha vinto la maggioranza in Parlamento ponendo così fine a 60 anni di potere ininterrotto del partito Malay, una scena politica cristallizzata dalla proclamazione dell’Indipendenza, cioè praticamente dal 1957. 

1 2 3 17