Navigazione: agricoltura

Evoluzione e progressi di 15 anni di cooperazione nella ricerca agroambientale e agroalimentare di Agroinnova in Cina Le attività svolte riguardano due paesi e tematiche (agricoltura sostenibile e sicurezza alimentare) di grande attualità nel panorama economico e politico internazionale
di

Le attività di AGROINNOVA in Cina finalizzate alla ricerca, alla formazione e al trasferimento tecnologico nel campo dell’agricoltura sostenibile sono iniziate nel 2000, nel quadro delle principali convenzioni e protocolli internazionali sull’ambiente e sono poi proseguite, ampliandosi notevolmente, anche grazie alla collaborazione con Enti ed Agenzie nazionali e internazionali (Unione europea, Ministeri dell’Ambiente, degli Affari Esteri, della Ricerca e dell’Università, ...).

[purchase_link id="271534" text="Acquisto" style="button" color="red"]


Se preferisci non acquistare il singolo PDF ma entrare nella nostra Membership (Memberhip Mensile, Membership Annuale, Membership Semestrale e Membership Trimestrale) utilizza i seguenti bottoni.
Accedi Registrati al Membership
India: gli agricoltori destabilizzano il governo Modi Con gli indici di crescita battendo record, l’agricoltura è da qualche anni la principale sfida per la stabilità economica e sociale dell’India. Parliamo sui problemi con Gemma Cairó Céspedes, economista esperta sull’India dell’Universitat de Barcelona
di

Quasi 100.000 contadini dello stato di Maharashtra (centro-ovest del paese) hanno partecipato in una marcia verso la capitale della regione, Mumbay, città più popolata e cuore commerciale dell’India. Gli agricoltori, mobilitati da All India Kisan Sabha, settore agricola del Partito Comunista Indiano  (CPI [M]).

Brasile: ecco perché l’Amazzonia va a fuoco Settembre è stato il mese record per gli incendi registrati nell’area della foresta: la denuncia del National Institute of Space Research
di

Il numero complessivo degli incendi dall’inizio dell’anno è salito a 196.000. Tutti o quasi in Amazzonia. Se le cose non riusciranno a migliorare, il 2017 probabilmente batterà per numeri anche il 2004, finora l’anno più dannoso in termini di fuochi (questi furono, infatti, 270.000)

Investire in Africa: c’è ancora spazio per gli USA? Come gli Stati Uniti dovrebbero agire in Africa per uscire dall’ombra della Cina: il report di Aubrey Hruby dell’Atlantic Council
di

«La strategia americana dovrebbe, quindi, focalizzarsi sull’esplorazione di aree di vantaggio competitivo per creare lavoro a livello interno e promuovere stabilità e sicurezza nel mercato africano attraverso uno sviluppo di tipo economico», scrive la Hruby. «Vincere nel mercato globale del futuro significherà cedere un po’ del terreno di battaglia a giocatori più adatti a focalizzarsi su parti dell’arena in cui il successo è probabile».

Perù: dietro la deforestazione c’è l’olio di palma L'indagine che collega la deforestazione alla concessione di terreni per la produzione di larga scala
di

Circa 3.500 atti di concessione di terreni tra il 2011 e il 2014. Il modo in cui Melka agisce per avere l’accesso desiderati ai ricchi terreni si ripete da anni: l’azienda acquista titoli di proprietà o simili dai privati. Così, la Melka è riuscita ad acquisire circa tre mila ettari, di cui quasi mille corrispondono all’area intera di Bajo Rayal.

Cibo e scienza: a Mantova si ‘coltiverà conoscenza’
Matteo Lasagna, presidente di Confagricoltura Lombardia e Mantova, ci parla delle nuove frontiere dell’agroalimentare in attesa del Food&Science Festival, dal 5 al 7 maggio a Mantova
di

‘Troppo spesso siamo in balia, non tanto di mode alimentari, ma di pressapochismi su quella che dovrebbe essere l’informazione corretta sul nostro modo di fare agricoltura. La ricerca non deve fermarsi, i nostri cervelli devono poter rimanere a casa al servizio della nostra agricoltura’

Iran, quasi pronto il canale contro la desertificazione
Per il Paese la siccità sarebbe un problema più grande di terrorismo e sicurezza
di

In virtù del legame di amicizia e alleanza che sempre più lega i due Paesi, i russi si sono espressi favorevolmente sul progetto, dichiarandosi anche disponibili a contribuire al suo finanziamento.

Ue: il futuro della Pac
Intervista alla professoressa Edi Defrancesco, docente ordinario di Politica agricola comunitaria all'Università di Padova
di

‘No ad una radicale revisione come avvenuto nel 2003, ma alcuni aggiustamenti. Si dovrà sempre più tenere conto non solo di assicurare il rispetto degli standard di produzione ma anche di verificare che la produzione avvenga in un contesto di sostenibilità, ambientale e sociale’