Navigazione: 28dicembre

Ucraina: quelle pericolose armi americane per la proxy war Oltre 40 milioni di dollari di armi americane per la guerra dell’Ucraina ai separatisti. Kiev ordina ai suoi diplomatici a Roma il ‘no commet’. Ne parliamo con Elvio Rotondo, analista de Il Nodo di Gordio
di

“Si tratterebbe più che altro di una mossa per riprendere i colloqui. Ma un maggior coinvolgimento statunitense nella crisi corrisponderebbe un maggiore impegno da parte russa nella regione. Una strada senza uscita”

Cronache dal 2017: l’Asia tra le minacce nord-coreane e l’espansione cinese Le due Coree e la Cina, ma anche, Giappone, Filippine, Myanmar e Bangladesh
di

La crescente tensione tra Corea del Nord e Stati Uniti ha finito per coinvolgere tutti i Paesi, a cominciare dai grandi attori internazionali (Cina, in primo luogo, ma anche Russia), passando per i vicini che vedono il proprio territorio più minacciato da un’eventuale scontro armato, per arrivare ad attori più lontani

La collaborazione tra Cia e jihadisti in Siria Lo dimostra uno studio britannico che avvalora quanto era già stato denunciato da molti
di

L’aspetto interessante della vicenda è che lo stesso centro di ricerca di cui ora i grandi organi di informazione citano le analisi era giunto a conclusioni di fatto analoghe nel 2014, quando denunciò che alcuni miliziani dell’Isis caduti in battaglia avevano con sé armi anti-carro di fabbricazione croata identiche a quelle fornite ai ribelli dalla Cia.

Anche l’ India reclama un posto al sole nel Mar Cinese Meridionale Non solo il Sud-Est asiatico, ma anche l'India è preoccupata per le sorti della libera circolazione marittima e per la propria flotta commerciale
di

Nel 1991, il 15.6 per cento del PIL indiano, in termini di commercio estero, ha viaggiato verso Ovest attraverso il Canale di Suez. Ma dal 2014, metà del 49.3 per cento del PIL alla voce commercio estero, fu imbarcato via nave attraverso il Mar Cinese Meridionale in direzione dell’Est Asia