giovedì, luglio 19

Stati Uniti: in arrivo la ‘Downton Abbey The Exhibition’ Per i fan del famoso sceneggiato britannico, pronta per essere inaugurata una mostra a New York

0

Per i fan del famoso sceneggiato drammatico britannico “Downton Abbey“, domani, 18 Novembre, a New York, verrà inaugurata la “Downton Abbey The Exhibition”.  Fino alla fine di gennaio, potranno osservare da vicino gli ambienti dell’ Highclere Castle nell’Hampshire. La metropoli americana sarà solamente la prima tappa di un lungo tour in giro per il mondo.

Dal 2011 al 2015, ‘Downton Abbey’ è stata seguita da ben 26 milioni di telespettatori. La mostra ospiterà più di cinquanta costumi originali, riproduzioni provenienti dal telefilm, rendendo possibile, per i visitatori, un viaggio nella Gran Bretagna dei primi del Novecento. Non mancheranno filmati inediti. Ma quello che renderà maggiormente impazienti i fans sarà la possibilità di guardare all’ interno del mondo dei Crawley: dalla sontuosa sala da pranzo, luogo centrale nelle varie puntate, sino alla camera da letto di Lady Mary. Si potrà visitare anche il quartiere dei servi.

Gareth Neame, amministratore delegato di Carnival Films e produttore esecutivo di ‘Downton Abbey’, ha sostenuto che «questa è un’opportunità unica per entrare a Downton Abbey. La mostra si rivolge sia ai fan accaniti – che conoscono bene lo spettacolo – sia a quelli che si stanno solo imbarcando nel viaggio per Downton e vogliono vedere di cosa si tratta».

(Video tratto dal canale Youtube IBTimes UK)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore