venerdì, settembre 22

Saakashvili sfida Poroshenko L’ex presidente georgiano ed ex governatore di Odessa era stato privato della cittadinanza

0
Download PDF

Mikheil Saakashvili sfida tutto e tutti e ha provato a rientrare in Ucraina. Al check point di Medyka, al confine con la Polonia, l’ex presidente georgiano ed ex governatore di Odessa, espatriato negli Stati Uniti dopo che il presidente ucraino Poroshenko, suo ex alleato, lo aveva privato della cittadinanza, ha provato a forzare l’ingresso, spinto anche dai suoi sostenitori.

Poche ore prima avevano tentato di entrare in treno in Ucraina ed erano stati bloccati. Poi l’atto di forza e l’ingresso. Saakashvili ha raccontato che al valico di frontiera è stato accolto da forze speciali «con equipaggiamenti sovietici e scudi di ferro». «Hanno dato l’ordine, hanno chiuso l’intero valico per tutti e non ci permettono di avvicinarsi», ha poi detto ai giornalisti.

Saakashvili intende partecipare alle elezioni ucraine per promuovere riforme e lottare contro la corruzione. Ma c’è anche un altro problema: è destinatario di una richiesta di estradizione per abuso di potere presentata da Tbilisi a Kiev.

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

Commenti

Condividi.