Politica Video

Parigi: migranti in strada, i residenti protestano

Il video girato da un cittadino con una telecamera nascosta mostra una città irriconoscibile

Advertising

Veri e propri accampamenti di migranti quelli nei pressi del 19esimo distretto, vicino alla stazione Stalingrado di Parigi. Il tutto nel totale abbandono e indifferenza. Cresce così la protesta da parte dei residenti di una capitale che sembra irriconoscibile, come dimostra il video girato da un cittadino con una telecamera nascosta. Degrado, sporcizia, scarti alimentari.

Durissima la Francia, qualche giorno fa, nei confronti del governo italiano circa la questione dei clandestini: «Non è possibile immaginare che una parte dei migranti che arrivano sul suolo italiano non passino per gli hotspot: questo pone rischi per la sicurezza», aveva fatto notare il Ministro dell’Interno francese Bernard Cazneuve a margine del Consiglio Ue. «Se vogliamo dare una dignitosa accoglienza a coloro che hanno bisogno di protezione», ha detto, «dobbiamo attuare ciò che è stato deciso, e cioè l’identificazione dei migranti al loro arrivo negli hotspot, ovunque, specialmente in Italia e in Grecia».

Intanto, l’avvio dello sgombero della cosiddetta ‘Giungla’ dei migranti a Calais previsto per ieri, 17 ottobre, è stato rinviato di circa una settimana e potrebbe durare fino a 10 giorni: è quanto si apprende dai media francesi. Sarebbero circa 6.500 i rifugiati e richiedenti asilo che dovranno essere evacuati dalla tendopoli e ricollocati nei diversi Comuni francesi.

E proprio a Calais, nel nord della Francia, è iniziata la costruzione del muro che dovrebbe impedire ai migranti di salire sui camion diretti in Gran Bretagna. Un muro, finanziato da Londra con 2,7 milioni di euro, e formato da placche di cemento alte quattro metri, che prolunga la barriera già esistente dallo scorso anno lunga circa una trentina di chilometri e composta da griglie di ferro. I lavori dovrebbero concludersi fra un paio di mesi.

 

(Video tratto dal canale youtube di Ultime Notizie)

Native Advertising

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>