Politica Video

Mosul, tra rientri e nuovi orrori

30 mila persone rientrate, ma l'Isis non smette di commettere crimini contro i civili

Advertising

Continua l’offensiva su Mosul, e intanto molti civili, prima scappati dal conflitto, fanno rientro nella parte Est, liberata dall’Isis. Ma l’Oxfam lancia l’allarme: oltre 750 mila persone potrebbero restare intrappolati nella parte occidentale della città, su cui ora si soffermano gli attacchi, senza nessuna via di fuga sicura dai combattimenti. Per questo motivo la fondazione umanitaria lancia un appello urgente alla Coalizione irachena, affinché venga rispettato l’impegno del Primo Ministro iracheno, nel dare priorità alla protezione dei civili nel corso delle operazioni militari.

Dall’inizio dell’offensiva si contano oltre 2 mila tra vittime e feriti tra i civili, 190 mila i profughi, di cui appunto 30 mila sono rientrati. Ma le violenze continuano. Due giorni fa l’emittente locale ‘Al Sumaria News‘ ha annunciato che l’Isis ha giustiziato 13 persone domenica scorsa, facendole annegare all’interno di una gabbia di metallo calata in una piscina nel centro di Mosul. L’accusa era quella di aver collaborato con le forze governative e i Peshmerga curdi. Lo Stato islamico avrebbe filmato l’esecuzione. Inoltre lo stesso Stato Islamico ha mostrato un video in cui annuncia che ragazzini Yazidi rapiti e sottoposti ad un lavaggio del cervello nei propri campi militari sono stati utilizzati come kamikaze contro le truppe lealiste irachene che hanno riconquistato la parte est di Mosul. E le violenze sembrano destinate a continuare, vista l’avanzata della coalizione nella parte occidentale della città.

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

Native Advertising
Tags: - - .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>