Cultura&Società News

Melania Trump: da modella (nuda) a first lady

Straniera, ex modella, la prima first lady ad arrivare alla Casa Bianca dopo aver posato nuda su rotocalco

melania-trump-copertina-gq
Advertising

Il marito è arrivato alla Casa Bianca sulla scia di continue invettive contro gli immigrati, ma anche lei, Melania Trump, è straniera: 46 anni, slovena (nata nella ex Jugoslavia comunista di Tito, a Sevnica), è arrivata negli States per fare la modella. Adesso è la nuova First lady.
La prima non nata negli Stati Uniti dai tempi di Louis, la moglie di John Quincy Adams (alla Casa Bianca dal 1825 al 1829) che era nata a Londra, ma era comunque figlia di un americano.

Melania è la terza moglie del neopresidente degli Stati Uniti, il 45esimo. All’anagrafe Melanija Knavs, poi ‘germanizzato’ in Melania Knauss, è nata il 26 aprile 1970. Suo padre vendeva auto, sua madre faceva la stilista di abiti per bambini. Cresciuta in un’abitazione modesta con la sorella più piccola, ha in seguito scoperto di avere un fratellastro più grande, ‘frutto’ di una precedente relazione del padre.

C’è anche l’Italia nel passato della nuova First Lady. A 16 anni, infatti, Melania intraprese la carriera di modella e fu messa sotto contratto da un’agenzia di Milano, città in cui ha lavorato -dopo una breve frequentazione all’Università di Lubiana- prima di trasferirsi nel 1996 a New York.

Non ci ha messo molto a farsi largo tra le passerelle e ha lavorato con fotografi molto noti come Patrick Demarchelier e Helmut Newton; riviste come ‘Harper’s Bazaar‘ (Bulgaria), ‘Vanity Fair‘ (Italia), ‘GQ‘ e ‘Sports Illustrated‘ l’hanno immortalata in copertina.

Melania incontrò quello che sarebbe diventato suo marito a un party a New York nel 1998, a New York dove, dopo le prime sfilate a Milano e Parigi la modella si era trasferita. La scintilla, si racconta, scoccò ad una festa organizzata durante la Fashion Week newyorkese. Inizialmente si rifiutò di uscire con lui, ma alla fine Donald Trump e la modella si fidanzarono ufficialmente nel 2004. L’anno successivo la coppia celebrò le sue nozze con una sontuosa cerimonia a Palm Beach, in Florida, cui parteciparono varie celebrità tra cui il cestista Shaquille O’Neal e la coppia presidenziale, Bill Clinton e Hillary Clinton. Da allora Melania non si è accontentata di essere solo la signora Trump, evitando di lavorare insieme al marito come fece Ivana, la prima, storica, moglie del miliardario, e dal 2000 ha una ha una sua linea di gioielli chiamata, ovviamente, ‘Melania‘. Può rivendicare il fatto di parlare quattro lingue. E tra queste un inglese con un forte accento straniero, aggiungono i maligni.

Nel 2006, Melania diede alla luce Barron William Trump, il quinto figlio del Presidente degli Stati Uniti; nello stesso anno ottenne la cittadinanza americana.

Quando Donald Trump ha annunciato pubblicamente l’intenzione di correre alla Casa Bianca, le luci della ribalta si sono di nuovo accese per Melania -che il suo entourage definisce molto riservata- ed è tornato a galla il suo passato da modella. Una delle prime, controverse foto che è iniziata a circolare la ritraeva nel 2000 sulla copertina dell’edizione britannica di ‘GQ‘, nuda su una coperta di pelliccia.

Non è stato l’unico episodio che ha messo in imbarazzo la First Lady. Nel luglio 2016, Melania Trump ha pronunciato un discorso alla Convention Nazionale Repubblicana: fin qui niente di strano, salvo il fatto che alcune parti erano identiche al discorso di Michelle Obama alla Convention Nazionale Democratica del 2008. All’inizio Melania sostenne di aver scritto da solo l’intervento e le accuse di plagio di media e opinione pubblica furono durissime. Poco dopo, la ghostwriter di Melania, Meredith McIver, si prese la responsabilità della gaffe, confessando in una nota ufficiale di aver inserito per errore parti del discorso di Michelle Obama in passaggi salienti dell’intervento di Melania.

Ci sono state anche altre controversie. Il 30 luglio 2016, il ‘New York Postpubblicò foto nude di Melania Trump, all’epoca 25enne, in una era sdraiata a letto con un’altra donna. Molte immagini erano apparse su una rivista francese per soli uomini non più in circolazione. Parlando di queste foto, Donald dichiarò: «Melania è stata una delle modelle di maggior successo e ha fatto molti scatti, anche per copertine e importanti riviste. Questa era una foto scattata per una rivista americana prima che io conoscessi Melania. In Europa, foto come queste sono molto in voga e comuni».

Durante la campagna elettorale Melania ha preferito non esagerare con le apparizioni pubbliche, nonostante sia stata esposta a qualche gaffe.  Cattivi i rapporti con i media, Melania ha annunciato una causa contro il ‘Daily Mail‘ nell’agosto scorso, per aver riportato indiscrezioni, «al 100% false», ha detto lei, riguardanti la sua presunta attività di escort negli anni ’90, oltre che per aver sollevato dubbi sulla regolarità del suo permesso di soggiorno negli Usa in quegli anni.

Le poche volte che ha fatto campagna elettorale accanto al marito, ha mandato un messaggio chiaro, rimarcando l’immagine di un uomo duro, diretto ma che a cuore i valori importanti. «Se qualcuno lo attacca, lui colpisce dieci volte più forte», ha detto in un comizio dello scorso aprile, definendo il marito un «brav’uomo» e un «bravo imprenditore». Altresì ha rimandato al mittente le accuse di maschilismo che gli sono state rivolte: Trump «a prescindere che tu sia uomo o donna, tratta tutti nello stesso modo», ha detto. Anche quando il marito è stato travolto dalle polemiche per il video contenente le sue affermazioni sessiste e per le accuse di molestie nei suoi confronti, Melania lo ha difeso pubblicamente, affermando che Donald è un gentleman e le donne che lo accusano sono delle mentitrici. «Io so che rispetta le donne. Credo a mio marito. Mio marito è gentile ed è un gentleman e non lo farebbe mai».
A novembre, in un raro discorso in campagna elettorale, Melania Trump ha annunciato che la lotta al cyberbullismo sarebbe stata una sua priorità nel caso fosse diventata First Lady. «Dobbiamo trasmettere ai giovani americani i nostri valori: gentilezza, onestà, rispetto, compassione, carità, comprensione, collaborazione», le sue parole. Anche in quel caso i media furono pronti a ricordarle che suo marito è celebre per utilizzare Twitter e i social media per insultare avversari e critici.

Native Advertising

Un commento su “Melania Trump: da modella (nuda) a first lady”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>