lunedì, ottobre 23

L’Eurofighther nelle acque di Terracina Un velivolo multiruolo di quarta generazione con la funzione primaria di caccia intercettore; superiorità aerea

0
Download PDF

Erano in tanti, in tantissimi ad assistere alla manifestazione, ieri pomeriggio sulla costa di Terracina, a circa 100 km. a sud di Roma, tra Sperlonga e San Felice Circeo. Poi la scena che dir raccapricciante, non dà la misura: un caccia Eurofighter del Reparto Sperimentale di Pratica di Mare finisce nell’acqua a due passi dalla costa, nel corso di un looping, che insieme al tonneau, rappresenta la base della manovra aeronautica acrobatica. Per il pilota, il capitano Gabriele Orlandi, di 36 anni, nulla da fare. I suoi resti sono stati già recuperati e alla sua famiglia, ai suoi cari e all’Arma Azzurra vanno le condoglianze di tutta la redazione de ‘L’Indro‘.

Cosa sia accaduto, è sicuramente prematuro e nemmeno intendiamo formulare inutili ipotesi di quello che è stato l’epilogo di una giornata che avrebbe dovuto rappresentare una bella festa fatta di tanta spettacolarizzazione ma anche di una grandissima preparazione di aeroplani di alta tecnologia, che rappresenta un punto di raccordo tra una componente delle Forze Armate, i cittadini e la dimostrazione di una grande preparazione professionale. Scriviamo questo con l’assoluta convinzione perché i commenti pubblicati al margine delle notizie lanciate dalle agenzie sono ancora una volta scandalose e prive di ogni sentimento razionale.

L’Eurofighter Typhoon avrebbe dovuto aprire il Terracina Air Show di quest’anno. La macchina è un velivolo multiruolo di quarta generazione con la funzione primaria di caccia intercettore e da superiorità aerea. Il progetto, gestito dalla NATO Eurofighter and Tornado Management Agency, che agisce anche come primo cliente dal 1986, è stato realizzato dalle industrie di Leonardo (ex Finmeccanica), Airbus Group e BAE Systems, attraverso una holding comune. E in ogni caso non fa parte della Pattuglia Acrobatica Nazionale, che si esibisce con 10 addestratori MB 339. Quelli che durante le esibizioni emettono il fumo colorato composto da olio di vaselina a cui vengono aggiunti pigmenti non inquinanti.

Il Typhoon, operativo dal 2003 è un velivolo agile, progettato per un combattimento aria-aria contro altri aeromobili, con la capacità di intraprendere missioni di attacco aria-superficie e la compatibilità con diversi armamenti ed equipaggiamenti. Tutti eventi che ci auguriamo non debbano mai accadere ma che sono la prerogativa di un sistema di difesa nazionale, ora in corso di aggiornamento con gli F-35 della Lockheed che entreranno in servizio al termine di vita di questi gioielli della tecnica nazionale e europea. Va però ricordato che l’Eurofighter ha visto il suo debutto in combattimento durante l’intervento militare in Libia del 2011 con la Royal Air Force e l’Aeronautica Militare, eseguendo missioni di ricognizione e bombardamento a terra assumendo la responsabilità primaria per le funzioni di difesa aerea per la maggior parte delle nazioni coinvolte nel progetto.

L’esibizione del caccia vittima dell’incidente avrebbe dovuto precedere quella delle Frecce Tricolori e ovviamente è stata annullata.

Commenti

Condividi.

Sull'autore