sabato, maggio 26

L’elisir dei centenari del Cilento secondo Al Jazeera

0

L’elisir di lunga vita? Sembrano conoscerlo gli abitanti del Cilento.  Dopo lo studio del professore statunitense Ancel Keys, arrivano conferme anche dai dati dell’Associazione Dieta Mediterranea di Pioppi, secondo cui nel Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni vivono le comunità più longeve al mondo. Secondo i dati Istat, ci sono 183 ultracentenari, di cui 143 donne e 40 uomini.

La palma del comune più longevo spetta ad un comune di Teggiano, dove su novemila abitanti ci sono ben dieci centenari, poco più di uno per ogni mille abitante si tratta di sei donne e quattro uomini. Nel Cilento si vive in media dieci anni in più rispetto al resto d’Italia. In particolare le donne passano da 85 a 92 anni, gli uomini passano da 80 a 85 anni. E il segreto è nella dieta mediterranea, non una semplice alimentazione o una moda ma un vero e proprio stile di vita.

Ad accorgersi del Cilento e delle sue ‘qualità’ anche la rete panaraba ‘Al Jazeera‘, che ha proposto ai propri telespettatori un servizio sui segreti della longevità dei cilentani. Sebbene queste persone soffrano di problemi cardiovascolari o di ipertensione qualcosa interferisce con lo sviluppo della malattia. I centenari hanno meno malattia cardiache, non hanno bisogno di occhiali o dispositivi per l’udito. Davvero un caso da studiare a fondo…

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.