Politica Video

Instabilità in Africa, si dimette il Presidente delle Seychelles

James Michel era in carica da dieci anni. Ed ora l'opposizione chiede le elezioni anticipate

Advertising

Periodo di instabilità nel corno orientale dell’Africa: alla crisi politica dell’Etiopia ed a quella umanitaria della Somalia ora si aggiunge un nuovo elemento di incertezza nel panorama est-africano.

Si è dimesso infatti James Michel, Presidente delle Seychelles dal 2004 e leader dell’SPPF (Seychelles People’s Progressive Front), il partito che ha dominato la scena politica dell’arcipelago sia durante il regime (dal 1977 al 1993, col presidente France-Albert René) sia col multipartitismo (dal 1993 ad oggi). La scelta del passo indietro è dovuta principalmente al risultato delle elezioni legislative di settembre che hanno visto, per la prima volta dalla fine della dittatura, la vittoria del DP (Democratic Party), partito figlio del Mouvement Pour La Resistance (MPR), il movimento di esiliati che durante il regime professava un’opposizione non violenta per ottenere il ritorno pacifico in patria e forti riforme economiche per il Paese.

Il dimissionario James Michel ha lasciato ufficialmente il suo incarico di Presidente delle Seychelles nelle mani del suo vice, Danny Faure, che nel suo discorso di insediamento ha dichiarato che «la Nazione ha bisogno di riunirsi per affrontare congiuntamente gli ostacoli che la dividono.»

Da parte sua il leader dell’opposizione, maggioranza nel parlamento, ha richiesto ufficialmente delle elezioni anticipate, senza dover aspettare la fine naturale della Presidenza prevista per il 2019.

 

(video tratto dal canale youtube di Africanews)

Native Advertising

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>