lunedì, agosto 21
ItaliaOpinioniPolitica
Italian Farm

Il ‘grande salto’ di Berlusconi

Un 'piccolo passo' per Minzolini, quasi la conquista della luna per l’eterno leader
Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Download PDF

Sarà per esorcizzarlo, sarà perché effettivamente ne siamo convinti, ma a noi pare che persone e cose stiano giocando per ridare a Silvio Berlusconi grande legittimità e centralità politica. E lui, di suo, non sarà magari il migliore allenatore di calcio del mondo come pretenderebbe, ma quanto a strategie politiche ha costantemente dimostrato di non essere secondo a nessuno. Tanto più in questo momento in cui gli altri, molti molti altri, sembrano giocare apposta a suo favore. Che, gongolante, giustamente ed avvedutamente coglie l’attimo e quasi incredibilmente si ripropone come possibile saggia ‘soluzione’ per questo nostro sciagurato Paese.

Così approfitta del voto del Senato che giovedì 16 ha ‘purificato’ Augusto Minzolini dalle sue eventuali colpe, comunque addossategli con sentenza passata in giudicato e conseguente ‘incandidabilità sopravvenuta’ causa Legge Severino. ‘Riqualificando’ di pari la povera vittima Berlusconi che invece dal Senato era stato con analogo voto espulso. Così come gli giova il voto che il giorno prima, mercoledì 15, nei Paesi Bassi ‘premia’ i moderati non troppo lontani dal nostro Silvio, il VVD del Premier uscente Mark Rutte. Bloccando almeno temporaneamente l’ascesa del PVV di Geert Wilders non troppo lontano dal nostro Matteo (Salvini). Anche se gli olandesi certamente non puntavano a questo, rafforza Berlusconi sul piano europeo e soprattutto nelle dispute sull’egemonia interne con il leader postleghista, e dintorni. E così come sembra fargli da involontaria sponda pure Beppe Grillo che venerdì 17 con formidabile atto d’imperio sconfessa la candidata Sindaco del Movimento Cinque Stelle a Genova. Indicata dai militanti proprio nella sua città. Chiedendo più o meno un atto di fede: «Questa decisione è irrevocabile. Se qualcuno non capirà questa scelta, vi chiedo di fidarvi di me». Buon terreno per la polemica sulle regole interne della sua forza politica. Anche se in Forza Italia non ci sono quasi neppure regole da violare, e si sta molto meglio.

«That’s one small step for a man, but one giant leap for mankind» ovvero «Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un salto da gigante per l’umanità» furono le prime parole del primo uomo a mettere piede sulla Luna. Neil Armstrong, il 20 luglio 1969. Ecco, magari questo sarà stato un ‘piccolo passo’ per Minzolini (ma neanche tanto), sicuramente è divenuto un grande passo per Berlusconi. Un altro. E di passo in passo

E, dunque, in questo Marzo 2017
da Lunedì 13 a Venerdì 17
Lunedì 13
Martedì 14

Mercoledì 15
Olanda: alle elezioni politiche nazionali si blocca, almeno momentaneamente, la preconizzata ‘irresistibile ascesa’ dell’estremista populista Geert Wilders e del suo PVV.

Giovedì 16
Il Senato della Repubblica (Italiana) approva l’Ordine del giorno che chiede «di respingere la deliberazione della Giunta in merito alla decadenza dal mandato parlamentare, per motivi di incandidabilità sopravvenuta, del senatore Augusto Minzolini ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 235». Il Senatore Augusto Minzolini rimane quindi tale. I colleghi Senatori lo trattengono benignamente tra di loro con 137 Sì, 94 No, 20 Astenuti. Sono 253 i Presenti, 251 i Votanti effettivi. I restanti, sino al quorum complessivo di 320 Senatori (315 elettivi, più 5 a vita), tra impegni effettivi, Missioni e svicolamenti vari non hanno partecipato al voto.

Venerdì 17
Beppe Grillo, via Blog, ‘rimuove’ la candidata Sindaco del Movimento Cinque Stelle a Genova. Motivazione: «Vi chiedo di fidarvi».

E poi
Sabato 18 e Domenica 19
Vai a sapere. Come e più di sempre.

E la prossima settimana
da Lunedì 20 a Domenica 26
Vai a sapere. (Non abbiamo più tanta fantasia).

E così continua. Ci sono tante cose ancor da raccontare, per chi vuole ascoltare. Forse.

Commenti

Condividi.