mercoledì, agosto 22

Henrik, il principe che non divenne mai re Il marito della regina Margherita II di Danimarca aveva 83 anni e soffriva di demenza senile

0

E’ morto la notte scorsa il principe Henrik, il marito della regina Margherita II di Danimarca. 83 anni, soffriva di demenza senile e negli ultimi giorni le sue condizioni si erano aggravate. Proprio ieri era stato trasferito da un ospedale di Copenaghen alla residenza della famiglia a nord della capitale. Era stato ricoverato il 28 gennaio per per un’infezione polmonare, ma era voluto tornare a casa per vivere i suoi ultimi momenti in un ambiente familiare.

Nato l’11 giugno 1934, nel sud-ovest della Francia da un conte e una contessa, il principe Henrik ,al secolo Henri Marie Jean André de Laborde de Monpezat, aveva sposato la futura regina della Danimarca nel 1967. Margrethe fu incoronata nel gennaio 1972 e Henrik non fece mistero della sua delusione per il fatto che il suo titolo reale non fu mai cambiato in re, il che fece ben poco per renderlo famoso per il popolo danese.

(video tratti dai canali Youtube di Se og Hør Norge ed Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.