martedì, luglio 17

Guatemala e il fiume di plastica Ci sono però alcune zone del pianeta dove questo inquinamento è visibile a occhio nudo. Come in questo Paese

0

Che l’inquinamento sia globale è un dato di fatto. Ma ora la situazione sta diventando davvero problematica. A dirlo sono gli ultimi studi, tra cui quello condotto da Orb Media, secondo cui lʼ83% dellʼacqua potabile è contaminata da microscopiche fibre di plastica.

Ci sono però alcune zone del pianeta dove questo inquinamento è visibile a occhio nudo. L’esempio più lampante è il Guatemala, dove un vero e proprio fiume di plastica scorre sotto gli occhi degli abitanti, costretti ad assistere a un degrado che aumenta di giorno in giorno. Il video è stato inizialmente pubblicato da Project Genesis, un progetto non profit che nell’area di Chimaltenango, in Guatemala, si occupa di migliorare la qualità della vita dei bambini poveri che vivono in quelle zone. A tutt’oggi ne supporta più di 400.

Ebbene potete vedere come scorra davvero un fiume solo di rifiuti. E la portata aumenta costantemente.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.