Cultura&Società Video

Dentro la battaglia per riconquistare Mosul

Ecco le prime difficoltà: 'Le strade nei villaggi sono disseminate di bombe improvvisate'

Advertising

Continua l’avanzata verso Mosul delle forze irachene, sostenute dai Peshmerga curdi. Ieri una ventina i villaggi liberati e circa 200 chilometri quadrati di territorio, anche se già questa mattina, secondo le ultime notizie, si sono palesate le prime temute difficoltà. «Le strade nei villaggi sono disseminate di bombe improvvisate», ha detto il colonnello Mohammad Darwish, che ha spiegato come i curdi stiano ripulendo le strade da possibili ordigni e da kamikaze dell’ISIS che possono spuntare tra i veicoli e farsi saltare in aria. Ma sono solo alcune delle possibilità, perché coloro che stanno portando avanti l’offensiva di Mosul (in totale circa cinquantamila uomini fra esercito, Peshmerga e milizie sunnite e sciite) temono che i jihadisti possano attuare altre tattiche come l’usare i civili come scudi umani, oltre che come kamikaze, ma soprattutto camion bomba (come si vede nel video di RT). Già ieri due episodi sul campo di battaglia, mentre stamattina è stato distrutto da una aereo della coalizione proprio un camion dell’ISIS mentre si avvicinava a una colonna di tank a Est del villaggio di Bashiqa.

 

I media iracheni raccontano che gli islamisti si stanno mimetizzando, «girano solo in moto, hanno nascosto armi, munizioni, bombe in ospedali, scuole e nelle case private». I leader avrebbero lasciato i centri di comando e si sarebbero spostati anche loro in case non riconoscibili. Si parla di molti jihadisti già riparati in Siria, ma si teme che siano ancora 5mila gli uomini di Daesh presenti a Mosul, pronti a mimetizzarsi nel milione di civili ancora presenti in città e a vendere cara la pelle. Ecco un reportage dal fronte di Sky News.

Native Advertising

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>