domenica, settembre 23

Corea del Nord: le sanzioni Usa colpiscono i più fedeli a Kim Chi sono  Kim Jong-sik e Ri Pyong-chol?

0

Gli Stati Uniti hanno annunciato nuove sanzioni economiche contro Pyongyang, in particolare contro  Kim Jong-sik e Ri Pyong-chol, due funzionari nordcoreani che si occupano dello sviluppo del programma nucleare. Tali sanzioni prevedono per i due funzionari il divieto di fare affari con cittadini statunitensi e sequestra ogni proprietà che i due hanno negli USA.  

Kim Jong-sik sarebbe tra gli autori dei ‘successi’  della Corea del Nord per modificare il tipo di combustibile usato per i missili (da liquido a solido), mentre il secondo è tra i responsabili della costruzione dei missili balistici intercontinentali (ICBM), che potrebbero colpire anche il territorio americano.  

Entrambi sembrano molto vicini al leader supremo e proprio per questo Washington ha voluto punirli. Queste sanzioni giungono a meno di un mese dall’ ultimo esperimento missilistico della Corea del Nord, a seguito del quale il Consiglio di Sicurezza dell’ ONU ha disposto nuove sanzioni nei confronti del regime nel tentativo di interrompere le ostilità. E’ anche vero, però, che Pyongyang ha risposto che tali sanzioni non fanno altro che rendere più difficile il dialogo e mettono ancor di più in pericolo la pace. La strategia delle sanzioni è stata appoggiata anche da Cina e Russia, ma riuscirà ad ottene l’ effetto sperato?

(Video tratto dal canale Youtube IBTimes UK)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore