giovedì, settembre 21

Cina, in arrivo nel 2020 la ‘città-foresta’

0
Download PDF

Una città ‘verde’ sta venendo costruita nella provincia di Guangxi, in Cina. Quella che, viste le foto del progetto, sembra essere una nuova ‘babilonia’ – con decine di palazzine provviste di giardini pensili – è la risposta cinese al problema dell’inquinamento atmosferico che affligge l’intera nazione.

La città verra completata nel 2020 e ospiterà 30.000 persone, 40.000 alberi e un milione di piante. L’architetto autore del progetto è l’italiano Stefano Boeri, che applica su una scala più grande la sua esperienza maturata con il ‘bosco verticale’ a Milano, già nominato il grattacielo più bello del mondo.

Stando alle parole dell’architetto, la città sarà in grado di ‘compensare’ le emissioni di 1961 automobili, assorbendo 10.000 tonnellate di diossine e producendone 900 di ossigeno all’anno. L’alta presenza di vegetazione contribuirà inoltre ad abbassare la temperatura media dell’area, aumentare la biodiversità e fornire delle barriere sonore ai residenti.

Video tratto dal canale youtube ‘BBC News

Commenti

Condividi.

Sull'autore