Navigazione: Speciale Libia

Esteri
Libia: torna l’Isis e ad Haftar fa comodo Intervista ad Arturo Varvelli, Senior Research Fellow Ispi

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/vhosts/lindro.it/httpdocs/wp-content/themes/smart-mag-child/loop-alt.php on line 77
di

‘Sono sacche di resistenza dovute al fatto che sono state lasciate vie di fuga. Ritengo che faccia comodo al Generale continuare a dire che lo Stato Islamico è presente nel Paese, lui è il baluardo contro questa minaccia’

EsteriEsteri
Libia: il Sudan chiude le frontiere? La decisione per bloccare l’afflusso di armi e di ribelli sudanesi registrato dalle province libiche del sud

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/vhosts/lindro.it/httpdocs/wp-content/themes/smart-mag-child/loop-alt.php on line 77
di

Il governo ha informato che dalle tre frontiere negli ultimi 6 mesi è stato registrato il passaggio di 60.000 veicoli sospettati di trasportare armi destinate alle guerriglie sudanesi che combattono il governo del dittatore Omar El Bashir

EsteriEsteriItalia
Libia: ‘missione impossibile’ di Minniti tra Haftar, Sudan, Algeria Una fonte di ‘DefenceWeb’ spiega: "l'Italia che sta perdendo terreno anche in Sudan sta cercando una alleanza con l'Algeria, la quale preferisce il debole e malleabile Governo di Serraj", l’incontro Minniti e Haftar "segno di debolezza di Roma"

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/vhosts/lindro.it/httpdocs/wp-content/themes/smart-mag-child/loop-alt.php on line 77
di

L’Italia in Libia sta giocando una partita pericolosa e senza esclusione di colpi per salvaguardare la sicurezza energetica del Paese e gli interessi di ENI, in questo contesto si spiega la missione in Algeria e l’incontro con Haftar del Ministro degli Interni

EsteriEsteriItaliaItalia
Libia, l’immigrazione nel tritacarne della guerra per gli idrocarburi
La falsa emergenza migrazione di volta in volta o paravanto o clava, al centro di tutto vi sono gli interessi energetici e geo-strategici; la Libia è il terreno di battaglia
di

Il Governo ha annunciato che saranno stanziati fondi per la cooperazione tesi a creare le condizioni di sviluppo in loco per diminuire l’esodo, fondi che finanzieranno non progetti di cooperazione non nei Paesi origine dell’immigrazione africana in Italia (Nigeria, Senegal, Ghana), ma in Libia… nelle zone dove ci sono i giacimenti petroliferi ancora controllati da ENI

EsteriEsteriItaliaItaliaEsteri
Libia: ENI tra ricatti libici e offensiva franco-russo-egiziana
La morsa attorno all'Italia si sta stringendo: Francia, Egitto, Russia intenzionati a mettere le mani sugli idrocarburi in Libia ma anche in Sudan. Ecco come
di

Parigi, attraverso il Generale Khalifa Haftar, con il sostegno di Egitto e Russia, vuole infliggere un colpo mortale a ENI; Roma al lavoro, intanto ieri il Governo Tobruk ha vietato l’operatività alle imprese italiane in Cirenaica, dove ENI ha i suoi giacimenti

EsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteri
Libia e Italia: alle origini della crisi
L'intervista a Federico Cresti e Massimiliano Cricco
di

Italia e Libia; le cronache politiche degli ultimi sei anni figurano un rapporto legato quasi totalmente alla questione epocale dell’immigrazione, in un contesto caratterizzato da vuoti…

EsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteriEsteri
Ue in Libia: da tutelare sicurezza e diritti
L'intervista al professor Giuseppe Campesi
di

Una missione europea composta da rappresentanti dell’operazione Sophia, della missione Eubam Libia e della delegazione Ue per la Libia è stata ricevuta a Tripoli, il 2…

EsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteriEsteriEsteri
Perchè l’Italia potrebbe perdere la Libia
Conseguenze regionali dell'intervento militare italiano in Libia, anche in Sudan potremmo pagare pegnoConseguenze regionali dell'intervento militare italiano in Libia, anche in Sudan potremmo pagare pegnoConseguenze regionali dell'intervento militare italiano in Libia, anche in Sudan potremmo pagare pegno
di

L’intervento italiano in Libia sta incontrando difficoltà impreviste. Un Governo controllato dal pragmatico, laico Generale Haftar difficilmente concederà spazi all’Italia e all’ENI. A rischio ora anche il ruolo italiano in Sudan

EsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Libia: Haftar bombarda le navi italiane, a parole
Secondo 'Al Arabiya' il generale avrebbe dato ordine di 'bombardare' le navi italiane che dovessero entrare nelle acque libiche. Lui fa intendere di confermare attraverso il 'Corriere della Sera', ma ....Secondo 'Al Arabiya' il generale avrebbe dato ordine di 'bombardare' le navi italiane che dovessero entrare nelle acque libiche. Lui fa intendere di confermare attraverso il 'Corriere della Sera', ma ....Secondo 'Al Arabiya' il generale avrebbe dato ordine di 'bombardare' le navi italiane che dovessero entrare nelle acque libiche. Lui fa intendere di confermare attraverso il 'Corriere della Sera', ma ....Secondo 'Al Arabiya' il generale avrebbe dato ordine di 'bombardare' le navi italiane che dovessero entrare nelle acque libiche. Lui fa intendere di confermare attraverso il 'Corriere della Sera', ma ....
di

Il Generale, appena sdoganato da Macron, sa benissimo che una minaccia del genere lo ricaccerebbe nel limbo dell’impresentabilità, neanche la Francia lo potrebbe difendere

EsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItalia
Italia in Libia: ‘I veri ostacoli saranno le Ong’
Intervista a Gianandrea Gaiani, Direttore di Analisi Difesa, analista strategico militareIntervista a Gianandrea Gaiani, Direttore di Analisi Difesa, analista strategico militareIntervista a Gianandrea Gaiani, Direttore di Analisi Difesa, analista strategico militareIntervista a Gianandrea Gaiani, Direttore di Analisi Difesa, analista strategico militare
di

‘La missione avrà molti nemici, in quanto rischia di interrompere un business in Italia che vale 5 miliardi di euro. I trafficanti cercheranno di mietere vittime tra i migranti. Le ong hanno il loro business sull’accoglienza e sui soccorsi’

EsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaEsteri
Quel che resta della Libia
Intervista a Gabriele Iacovino, Ricercatore e Analista del Centro Studi Internazionali (Ce.S.I.) di Roma
di

Nuove violazioni di Diritti umani da parte dei soldati di Haftar. Nel vuoto istituzionale, prosegue il pressing sul fronte interno da parte dell’Italia, apripista di una nuova politica. Disinteresse degli USA e ambizioni della Francia. Mentre l’ONU denuncia torture e esecuzioni sommarie, resta un osservatore privo di potere di intervento

EsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaEsteriEsteri
Libia: al-Serraj guarda a Mosca e ai Gheddafi
Il premier dopo aver annunciato il voto nel 2018, auspica cooperazione tra la Russia e l'Occidente per soluzione libica e invita i sostenitori dell'ex rais a tornare in patria per dare una mano
di

Da alcuni mesi si sta parlando di un ruolo della famiglia Gheddafi nella nuova Libia, voci che nelle ultime settimane sono divenute più insistenti, così come sembra esserci un risveglio delle forze politiche più vicine all’ex rais. E l’attenzione a tutto questo non sfugge a Mosca