Navigazione: Speciale Libia

Open Arms: crimine individuale e collettivo di tutti noi italiani La criminalità della quale da cittadini italiani siamo corresponsabili, correi, perché abbiamo permesso, che fossero oggi al Governo così tante anime possedute da profonda 'o-ne-stà' e grande 'raz-zis-mo'
di

Quella donna e quel bambino, come tutte le altre morte in mezzo al mare, sono esseri umani tutelati, tutti, dal diritto internazionale e nazionale, per questo stiamo parlando di crimine

Italia e Libia come nel 2008: ma è ancora possibile? Il Ministro degli Esteri Moavero Milanesi punta sul rilancio del Trattato 2008 Berlusconi-Gheddafi: della fattibilità o meno ne parliamo con l’analista Claudio Bertolotti e con il ricercatore libico Murad Elhoni
di

“Questa mossa potrà dare i suoi frutti per consolidare i rapporti già forti tra i due governi, malgrado”, le difficoltà vengono dalla situazione interna libica e dall’interferenza francese

FederPetroli: endorsment a favore di Saif Gheddafi I lavoratori del petrolio italiano si schierano a favore della candidatura del figlio del Rais, in vista delle prossime Elezioni Presidenziali? Ne parliamo con l'analista Hanne Nabintu Herland
di

Michele Marsiglia, Presidente di FederPetroli (un’associazione di aziende che operano nel settore petrolifero), ha dichiarato che la candidatura di Gheddafi rappresenta uno spiraglio di speranza per la Libia e per il settore dell’industria energetica.

Spietato controllo delle milizie, sofferenza di massa: benvenuti nella Libia post-guerra NATO Intervista esclusiva con Linda Ulstein, portavoce delle tribù libiche: le colpe dell'Occidente, l'orrore di oggi nella Libia degli occidentali
di

“…la situazione nelle prigioni in Libia è veramente orribile. Torture, atrocità, uccisioni e stupri… l’Occidente vuole nascondere il fatto che siano stati proprio loro gli artefici di questo crimine contro il popolo libico e della demolizione della sovranità libica”

1 2 3 6