Navigazione: Politica

EsteriEsteri
Iran: dopo il voto, cosa cambierà?
Morris Mottale, professore presso la facoltà di Scienze Politiche della Franklin University, spiega cosa ci dobbiamo aspettare da queste elezioni presidenziali in Iran
di

Ad un giorno dalle elezioni cerchiamo di capire come questo voto influenzerà il Paese: è davvero auspicabile, in Iran, un cambiamento? O chiunque vincerà il regime repressivo della Repubblica Islamica rimarrà sempre uguale?

EsteriEsteriItalia
Italia: lo Stato sprovvisto di futuro
In Francia si chiamano 'perspectives', nel mondo 'Futures Studies'; parliamo della lacuna dei Governi italiani con Eleonora Barbieri Masini, voce storica del Club di Roma
di

Indubbiamente c’è stata una scarsa capacità di assorbire questa materia. Tutti i Paesi del Nord Europa adesso hanno gruppi governativi esperti di Futures Studies. Non noi. I partiti forse sono talmente occupati a guardare il proprio presente e a risolvere i propri problemi che non capiscono l’importanza di questa materia. Dovrebbero sapere che risolvere i problemi di oggi non basta. Occorre farlo in funzione del domani.

EsteriEsteriItaliaEsteri
Francia: il Partito Socialista dopo François Hollande
Marco Gervasoni:"A luglio il Partito Socialista potrebbe non esistere più"
di

“Siamo di fronte a un soggetto politico che si dividerà, soprattutto se si realizzerà quanto previsto dai sondaggi, che suggeriscono un esito catastrofico, con appena dieci deputati all’Assemblea Nazionale.”

EsteriEsteriItaliaEsteriItaliaEsteri
Iran: Pasdaran Economy, protagonista silente del voto
Sono i 'Guardiani della Rivoluzione' gli arbitri delle elezioni a Teheran
di

Domani l’Iran andrà al voto per le 12° elezioni presidenziali   -oltre che per una nuova tornata di elezioni municipali. In ballo, in questa tornata, elettorale…

EsteriEsteriItaliaEsteriItaliaEsteriEsteri
Ucraina-Ue, nuovo accordo sui visti
Gli ucraini avranno bisogno di un passaporto biometrico per attraversare il confine
di

I cittadini dell’Ucraina saranno in grado di viaggiare nei Paesi Schengen, nonché Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera per un periodo non superiore a 90 giorni entro sei mesi. Nel regime senza visti non rientra il permesso di lavoro e di studio in Ue

EsteriEsteriItaliaEsteriItaliaEsteriEsteriEsteri
Tabqa, la liberazione con dedica alle donne
Colpo quasi da ko ai jihadisti. Ora si punta verso Raqqa
di

Le operazioni per la liberazione si sono prolungate innanzitutto per il gran numero di ordigni che l’Isis ha collocato sulle vie di transito. Inoltre, i miliziani dello Stato Islamico hanno preso i civili come scudi umani

EsteriEsteriItaliaEsteriItaliaEsteriEsteriEsteriEsteri
Iran: il voto ‘libero’ delle municipali
Il 19 maggio gli iraniani si recheranno al seggio anche per eleggere i consiglieri municipali, ecco perchè questo voto è davvero libero
di

Le elezioni locali riflettono il sistema di parentela dei vari centri di potere, clan che gestiscono il potere politico e religioso, ma le candidature sono libere, tutti si possono candidare

EsteriEsteriItaliaEsteriItaliaEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Filippine-Usa e l’esercitazione Balikatan
E' la prima sotto la presidenza Trump e soprattutto di Duterte. E l'aria è pesante
di

E’ stata una delle prime vittime del desiderio di Duterte di riequilibrare la politica estera filippina, il che significa minore dipendenza dal suo alleato tradizionale, gli Usa, e occhio ai nuovi partner come la Cina e la Russia

EsteriEsteriItaliaEsteriItaliaEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Impeachment: dal Watergate al Russiagate
Donald Trump potrebbe essere il quarto Presidente ad essere messo in stato di accusa. Come funziona il procedimento e quanto rischia Trump?
di

I precedenti di Andrew Johnson, Richard Nixon, Bill Clinton, Richard Nixon. Le possibilità che Trump esca di scena, attraverso l’impeachment oppure con l’escamotage del 25esimo emendamento

EsteriEsteriItaliaEsteriItaliaEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Trump, impeachment all’orizzonte non lontano
I repubblicani iniziano a crederci, dopo il memorandum di Comey pubblicato dal ‘New York Times’; McCain paragona il Russiagate al Watergate
di

Ostruzione al corso della giustizia, è questa l’accusa che rischia il Presidente Donald Trump, se fosse vero che a febbraio chiese a James Comey, all’epoca direttore dell’Fbi, di abbandonare l’inchiesta sul suo ex Consigliere per la sicurezza nazionale, Michael Flynn