sabato, luglio 21

Navigazione: Politica

OROB: la Cina lancia un messaggio positivo
One Belt and One Road segna il ritorno in auge del modello produttivistico e l’abbandono del modello di 'crescita' finanziarizzata. Mentre noi europei vivacchiamo rassegnati, il resto del mondo traduce la fantascienza in realtà
di

Un progetto mastodontico come quello della Nuova Via della Seta dimostra che il cambiamento è possibile, che ci saranno spazi di crescita e cooperazione personale e collettiva, oltre il paradigma del globalismo neoliberista e i populismi

Iran: chi è Hassan Rouhani? il favorito nella corsa presidenziale
Il 'riformatore' che punta al secondo mandato
di

Per quattro anni Rouhani ha portato avanti un programma filo-riformatore, basato su una politica d’apertura con l’Occidente e l’Asia. Questa politica filo occidentale è arrivata al culmine nel 2015, anno in cui il Governo Rouhani, dopo 21 mesi di trattative, ha trovato un’intesa sul progetto nucleare con i ʹ5+1ʹ

Il Congresso mette sotto inchiesta le Ong riconducibili a Soros
Anche l'operato delle ambasciate Usa nei Balcani è finito al centro delle indagini
di

L’ambasciatore statunitense in Albania Donald Lu, nominato anch’egli da Obama, è fortemente sospettato di aver fornito al capo del governo locale, il socialista Edi Rama, tutto il supporto necessario ad attuare una riforma giudiziaria che il procuratore generale albanese Adriatik Llalla non ha esitato a bollare come un tentativo, andato il porto, di trasferire la magistratura sotto il controllo effettivo dell’esecutivo.

GB, ecco il manifesto Labour
La sfida si giocherà sulla working class, ma questo è solo l'inizio
di

Nazionalizzazione su larga scala e poi diverse le novità fiscali, a partire dall’introduzione di una ‘Robin Hood Tax’ e l’ampliamento della fascia soggetta all’aliquota più alta

Incontro Putin – Gentiloni, questione di business
Al centro del vertice Italia-Russia di Sochi, il rilancio dei rapporti economici bilaterali e la Libia, dove la Russia sta lavorando per un ruolo sempre più pesante
di

Per quanto attiene alla politica internazionale, Putin e Gentiloni si prevede si concentreranno su Siria e Libia. Ed è quest’ultima la nazione che più interessa Roma.

Yemen, l’epidemia di colera rischia di diventare realtà
Due terzi degli abitanti non hanno accesso all’acqua potabile e l’acqua contaminata è la principale fonte del contagio
di

Gli ospedali, a corto di medicinali dopo due anni di guerra, non riescono a far fronte a questa situazione, mentre il governo ha dichiarato lo stato di emergenza, lanciando messaggi disperati alla comunità internazionale

Italia – Russia: quella guerra alle sanzioni di Bruxelles
Ecco la ricostruzione della 'guerra' dei territori e del sistema economico contro le sanzioni alla Russia andata in scena nel 2016
di

La guerra commerciale tra Occidente e Russia, parte integrante della così detta ‘nuova guerra fredda’, ha visto la politica regionale e le imprese protagoniste

Costa d’Avorio, soldati ancora in rivolta
La città di Bouake ritorna ad essere l'epicentro delle proteste che vertono sul pagamento dei salari
di

Il Presidente Ouattara aveva promesso dopo la prima ribellione di gennaio di pagare il premio di fedeltà, invece nulla. Un anticipo permetterebbe anche di studiare le migliori tattiche per modernizzare l’esercito, salutando magari tanti ex guerriglieri che gli hanno permesso di salire al potere

Presidenziali in Iran: sarà lotta a due Raisi-Rouhani?
Il punto della situazione della campagna presidenziale: la vittoria di Rouhani sarà possibile al primo turno?
di

Il 19 maggio si terrà il primo turno: cerchiamo di capire chi sono i candidati e come si sta muovendo la situazione interna a pochi giorni dalle elezioni. Tre dei sei canditi si sono autoesclusi dal voto: ecco i due maggiori sfidanti