Navigazione: Speciale Iran 2017

Iran: venti di guerra nelle ossa del Mediterraneo, e l’Italia dov’è? Ricordando la primavera ‘98 della politica estera targata Dini-Vattani, quale ruolo può svolgere oggi l’Italia nel dialogo tra Iran e l’Occidente? Ne parliamo con Paolo Soave, docente di Relazioni Internazionali all’Università di Bologna
di

“Le competenze professionali e la sensibilità diplomatica non sono andate perse. Se sale la tensione si dissolve la sua capacità per l’Italia di incidere nella crisi. Temo che nella fase politica attuale l’Ue faccia ben poco affidamento sulla capacità italiana di mediare”

Stati Uniti vs Iran: una decertificazione che isola? La decisione di Donald Trump e le sue possibili ripercussioni a livello di relazioni internazionali
di

«È giunto il momento per l’intero mondo di unirsi a noi nel chiedere che il governo dell’Iran ponga fine alla sua ricerca di morte e distruzione» la nota della Casa Bianca poche ore prima il discorso di Trump. «Non permetteremo mai che l’ Iran abbia l’ atomica … non commetteremo gli sbagli dei predecessori».

Iran: Rouhani riaccende il contrasto con gli Stati Uniti
Si riaccende il contrasto tra Stati Uniti e Iran. Fin dove potrà spingersi Donald Trump? E fino a che punto potrà resistere il moderato Rouhani?
di

Neanche due settimane fa il rieletto Presidente Hassan Rouhani, dopo che la Guida suprema, l’ Ayatollah Alì Khamenei ne aveva ratificato l’ elezione, aveva pronunciato il…

Iran: Daesh a Teheran per dimostrare che è vivo
Ne abbiamo parlato con Marco Maiolino, emergency team member presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, researcher-analyst presso ITSTIME
di

Si tratta di capire il significato di questa apertura ufficiale del fronte iraniano da parte di un Califfato. Altresì sarà importante capire cosa questo attentato scatenerà sul fronte iraniano e dei suoi alleati

Iran: l’ISIS dichiara guerra agli sciiti
Intervista alla prof.ssa Anna Vanzan, professoressa di Scienze della Mediazione Linguistica e Studi Interculturali
di

‘Lo Stato Islamico non sa nemmeno che cosa sia l’Islam vero. È chiaro che per Daesh porsi come nemico credibile, ma soprattutto di successo, nei confronti dello Sciismo, e in questo momento dell’Iran, sia una carta che loro vogliono giocarsi per farsi supportare ulteriormente dai Sauditi, loro alleati’