domenica, novembre 19

Brasile, Temer sotto accusa ma il Parlamento non cede

0
Download PDF

Un comitato del Congresso brasiliano ha votato contro l’accusa di corruzione al Presidente Temer, che verrebbe poi giudicato dalla Corte Suprema. L’intera camera deve ancora esprimersi: se il risultato finale dovesse essere in favore al giudizio per due terzi il processo prenderebbe atto.

Ci si aspetta che comunque il Parlamento non tradisca il Presidente, che, nonostante il recente calo dei consensi, sembra avere ancora la fiducia della Camera legislativa. Lo scandalo che ha macchiato la reputazione di Temer, lui stesso subentrato al vecchio Governo Rousseff crollato per impeachment per corruzione, riguarda una serie di tangenti dal peso di 11 milioni di dollari, accumulate nel corso dei nove mesi scorsi.

Se l’accusa dovesse vincere la causa, il Presidente sarebbe interdetto dagli uffici pubblici per almeno 6 mesi.

Video tratto dal canale youtube ‘euronews

Commenti

Condividi.

Sull'autore