Economia Video

Black Friday: vince lo shopping on line

Sono le vendite on line ad avere la meglio. I saldi anticipati made in USA confermano il successo della rete

Advertising

L’ ’istituzionalizzazione’ del ‘Black Friday’, il venerdì dello shopping, colpisce molti Paesi del mondo e molti negozi (on line e off line), dando origine a una nuova tradizione, quella dei saldi anticipati, prima un’esclusiva americana e, oggi, una ‘moda’ internazionale. Ma più di ogni altra cosa, la settimana del Black Friday, all’insegna dello shopping, sta confermando una tendenza che, negli ultimi anni, si diffonde a macchia d’olio: lo shopping on line. Proprio i numeri lo confermano: Amazon ha venduto precisamente 12 prodotti al secondo e, a seguire, molti negozi on line confermano il proprio successo, a scapito dello shopping off line.
Dall’abbigliamento all’elettronica, dall’alimentare ai prodotti per la cura del corpo: il venerdì nero degli sconti, nato negli Stati Uniti, in occasione del Thanksgiving Day, spopola in tutto il mondo, arricchendo il già promettente circuito dello shopping on line, che mette in crisi i negozi ‘in carne e ossa’.
Non ci sono dubbi: lo shopping, oggi, è on line. Sono le vendite in rete che segnano il passo: Adobe stima per le transazioni di e-commerce del black Friday, un giro d’affari per la prima volta superiore ai 3 miliardi di dollari (3,05 miliardi in 24 ore), in aumento dell’11,4%. Nel carrelli virtuali dei clienti sono le apparecchiature mobili a spadroneggiare (40%), di cui 29% smartphone e 11% tablet e videogiochi. Amazon è decisamente in testa.
E l’ondata di acquisti online ha inevitabilmente spinto molti rivenditori a cambiare le loro strategie di vendita, puntando sull’e-commerce, decisamente più vantaggioso sia per gli acquirenti che per i rivenditori. Un cambiamento, questo, più che mai necessario.
Nel frattempo, sul versante completamente opposto, una forma di resistenza si scaglia contro la cyber week e lo sfrenato consumismo della settimana appena trascorsa: a suon di #OptOutside, quest’anno oltre 5,7 milioni di americani, contro 1,4 milioni dell’anno scorso, hanno promosso iniziative all’aperto, passeggiate e gite, per opporsi alla corsa ossessiva dello shopping super conveniente.
(Video tratto dal canale Youtube: ABC Action News)

Native Advertising

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>