venerdì, aprile 20

Barcellona: grandi manifestazioni per la liberazione dei leader indipendentisti I cortei sono stati organizzati dall’Assemblea Nazionale Catalana e Omnium

0

Più di 300mila persone (secondo gli organizzatori più di 700mila) hanno partecipato, a Barcellona, a una manifestazione per chiedere la liberazione o il rimpatrio dei sedici leader politici catalani che, dallo scorso ottobre, quando si è tenuto il referendum sull’ indipendenza della Catalogna, si trovano in prigione o all’estero in esilio, come Carles Puigdemont. Ad organizzare la manifestazione, le due più importanti associazioni civili indipendentiste catalane, l’Assemblea Nazionale Catalana e Omnium, insieme alle sezioni catalane dei due principali sindacati spagnoli, CCOO e UGT .

I manifestanti hanno sventolato le foto dei leader in carcere, come Oriol Junqueras, ex vicepresidente catalano e Joaquim Forn, ex ministro degli Interni, ma anche di Jordi Cuixart e Jordi Sánchez.

L’ex presidente catalano Carles Puigdemont ha scritto su Twitter commentando la manifestazione: «Siamo solo cittadini europei che vogliono vivere in pace, liberi e senza paura». Puigdemont, ora in Germania, aspetta di sapere se i giudici dello stato tedesco di Schleswig-Holstein ritengono valida l’accusa di malversazione.

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore