Autore Mauro Bomba

ItaliaItalia
‘Case di cartone’, la soluzione per le emergenze abitative del futuro? Il cartone, uno dei materiali più diffusi ed economici della terra, potrebbe essere il centro dell’edilizia dei prossimi anni. Una Possibilità che promette di dare una risposta rapida ed efficace alle situazioni di crisi abitativa
di

Nel 2025 più di 440 milioni di famiglie, 1,7 miliardi di esseri umani, vivranno in emergenza abitativa. Una condizione che in Italia colpisce già 1 più di un milione di famiglie. La risposta però potrebbe essere già in cantiere. Moduli abitativi in cartone corrugato. Economici, sostenibili e adattabili ad ogni tipo di contesto. Tra quanto potremmo testarne le potenzialità?

ItaliaItaliaItaliaItalia
Welcome back: 121 aziende tornano in Italia. E’ il fenomeno del Back Reshoring Potrebbe non essere soltanto una moda. Dopo anni passati a delocalizzare, le aziende italiane decidono di riportare le produzioni in Italia. Il richiamo del Made in Italy è più conveniente della manodopera a basso costo
di

Maggiore qualità della manodopera, effetto Made in, meno costi legati a trasporti e logistica e più controlli su tutta la filiera. Caratteristiche che spingono le imprese italiane a tornare. Un'inversione di tendenze di cui l'Italia detiene il primato in Europa ed è seconda al mondo dietro solo agli Stati Uniti. Sono 121 le aziende italiane che, secondo il report 2016 dell'UniClub More BackReshoring, pool di ricerca universitario che dal '97 si occupa di quantificare e analizzare il fenomeno del reshoring, hanno deciso di riportare a casa le proprie produzioni. Sono soprattutto il settore della moda e le produzioni extralusso a beneficiarne.Un dato che però va preso con le dovute precauzioni. Certo è che: abbiamo ancora qualcosa da offrire.

ItaliaItaliaItaliaItaliaEsteriEsteri
United colors of Patagonia In Argentina è guerra tra la Benetton e la popolazione indigena dei Mapuche per il controllo della Patagonia. Dura la repressione argentina e, tra la sparizione di Santiago Maldonado e l'arresto di Facundo Jones, spuntano vecchi fantasmi.
di

Nel 1991 il Governo argentino cede alla famiglia Benetton 900mila ettari di terreni in Patagonia, la maggior parte dei quali abitati dalle popolazioni indigene Mapuche restii ad abbandonare case e terre dei propri antenati. Inizia così una feroce campagna di repressione nei confronti degli indigeni. Sfollati, emarginati e confinati, i Mapuche si organizzano e rispondono iniziando ad occupare i terreni della Benetton. L’arrivo alla Presidenza di Mauricio Macrì renderà però ancora più dura la risposta dello stato. Tra violenze, sparizioni ed omicidi in Argentina torna prepotentemente l’incubo dei Desaparecidos.

ItaliaItaliaItaliaItaliaEsteriEsteriEsteri
Le opportunità dietro la crisi del petrolio messicano Dal 2013 gli investimenti nel petrolio sono raddoppiati. Ma la corsa ai ricchi giacimenti viene minacciata dall'isolazionismo di Trump e dalle elezioni del 2018
di

Grazie ad un regime fiscale e ad una legislazione accomodante il Messico è riuscito a cedere parte dei suoi giacimenti petrolifero a grandi capitali stranieri, ricevendo in cambio accordi di partnership economica e tecnologica per la Pemex. Ma il contesto messicano resta pieno di contraddizioni e difficoltà

ItaliaItaliaItaliaItaliaEsteriEsteriEsteriItaliaEsteriEsteri
L’ascesa del neonazismo in Russia Quindicimila aggressioni negli ultimi dieci anni, una media di dieci omicidi a sfondo razziale ogni anno. I numeri fanno paura
di

Negli ultimi dieci anni, la Russia è diventata culla di una galassia di movimenti di ispirazione neonazista che Putin stenta a mantenere sotto controllo. L’ascesa neonazista ha basi solide ed articolate, e soprattutto terreno fertile in cui crescere, rafforzarsi e macinare consensi

ItaliaItaliaItaliaItaliaEsteriEsteriEsteriItaliaEsteriEsteriItaliaItalia
Il falso mito del debito pubblico Il debito pubblico italiano è arrivato a toccare i 2200 miliardi. I governi si affannano per tagliare quanto più possibile dalla spesa pubblica e ridurre così il debito. Ma tutti questi sacrifici sono davvero necessari?
di

Da vent’anni a questa parte la questione dell’enorme debito pubblico italiano è tra le priorità dell’agenda dei vari governi che si sono succeduti a Palazzo Chigi. In un periodo così difficile il taglio della spesa pubblica può effettivamente sembrare una misura efficace e credibile per risanare l’economia. Ma è davvero questa la soluzione migliore? Molti economisti vedrebbero di buon’occhio un rovesciamento di prospettiva, in cui gli Stati, anzichè tagliare, investono nella spesa pubblica e nei servizi al cittadino.

ItaliaItaliaItaliaItaliaEsteriEsteriEsteriItaliaEsteriEsteriItaliaItaliaEsteri
Come salvare Porto Rico? Le devastazioni degli uragani si sommano alla crisi economica asfissiante. Lo stato annuncia il default e chiede l'annessione agli USA
di

La natura ambigua del rapporto tra la più piccola isola delle Antille e gli Stati Uniti è un quadro di difficile interpretazione. Con un debito pubblico che supera i 70 miliardi, in ginocchio dopo gli uragani Irma e Maria, il Paese rischia di diventare la regione più povera di tutto il centro America

ItaliaItaliaItaliaItaliaEsteriEsteriEsteriItaliaEsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteri
Chi è Warren Buffett? L’uomo che potrebbe dare una spallata a Trump La riforma delle tasse proposta da Donald gli ha fatto piovere addosso critiche da ogni parte politica
di

‘Le critiche che ha mosso a danno del tycoon sono sempre apparse come il frutto di un ragionamento pacato e ben strutturato e, proprio per questa ragione, si sono puntualmente rivelate ancor più efficaci’