Autore Ludovica Passeri

EsteriEsteri
L’aborto e il destino dell’Irlanda del Nord Secondo Donato Di Sanzo, dottore di ricerca presso l’Università degli Studi di Salerno, il tema si insinua in un dibattito più ampio sul futuro del Paese
di

‘Il Sinn Féin fino alle dichiarazioni di Gerry Adams non era assolutamente pro aborto. Le sue dichiarazioni potrebbero condurre il partito verso un appoggio alla causa del diritto delle donne all’aborto. Permangono frange di radicalismo cattolico’

EsteriEsteriEsteriEsteri
Somalia, non solo Al-Shabaab L'opinione di Luca Puddu, Senior Africa Analyst dell'Institute for Global Studies
di

‘Ormai da alcuni mesi il Governo federale è invischiato nella crisi diplomatica tra Arabia Saudita e Emirati da un lato, e Qatar dall’altra. L’Arabia Saudita e gli Emirati hanno chiesto al governo federale somalo di unirsi alla condanna contro il Qatar, ma Mogadiscio si dichiara neutrale, di fatto, però, schierandosi con Doha’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Front National: verso la rifondazione Intervista a Nicola Genga, direttore del CRS e collaboratore del Dipartimento Coris dell’Università La Sapienza di Roma
di

‘Si prepara un congresso di acclamazione e si potrebbe dire, se non formalmente nei fatti, che dovrebbe esserci una candidatura unica o al massimo ci saranno degli ‘sparring partner’. L’unica possibile rivale poteva essere Marion Maréchal-Le Pen, che però ha annunciato il ritiro dalla vita politica qualche mese fa’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Stati Uniti: l’accordo sul nucleare iraniano potrebbe essere una minaccia per gli interessi americani nel Golfo? L' analisi di Anthony H. Cordesman del Center For Strategic & International Studies
di

A luglio Donald Trump affermava dinanzi al Congresso che l’Iran stava tecnicamente rispettando i termini dell’accordo sul nucleare. Quello che era venuto indiscutibilmente meno da parte dello stato contraente, ad avviso di Trump, era lo spirito

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Diada: dalla caduta all’indipendenza La memoria, la Nazione; le identità regionali che si fanno nazionali. Ne parliamo con Alison Ribeiro de Menezes, Direttrice della Scuola di culture e linguaggi moderni dell’Università di Warwick
di

L’idea tutta catalana di celebrare la propria festa nazionale nel giorno della sconfitta storica, “un’anomalia” o un modo per ribadire “la volontà di esistere” della comunità. Dal 2012 i colori dell’Estelada, vessillo degli indipendentisti, riempiono i contorni di una ricorrenza antica che i nuovi secessionisti hanno saputo tradurre con successo nel linguaggio della modernità

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
A Gerusalemme il bosco in memoria dei magistrati italiani Ventisette, come le piante che oggi, a perenne memoria di quei caduti, affondano le radici non lontano dal luogo in cui si ricordano i Giusti
di

Un’iniziativa inaugurata il 6 settembre scorso nella Foresta Presidenziale Tzora. ‘A Gerusalemme c’è la tradizione che quando si pianta un albero rinasce una nuova vita, per cui una persona, anche se è morta, viene ricordata per sempre’