Autore Marcello Lazzerini

Un moderno progetto di uscita dalle antiche Cappelle Medicee Da Firenze un’indicazione: premiare i progetti e non il progettista, secondo il Soprintendente Pessina non sarà un Isosaki bis, fermo da 20 anni, si realizzerà nel 2020
di

“Una sfida importante in quanto si tratta di inserire un manufatto moderno in un contesto storico e  architettonico e artistico antico. Questa sfida è stata raccolta e saranno rispettati i tempi per il progetto esecutivo e l’assegnazione dei lavori”.

Al Maggio la trilogia ‘tricolore’ di Verdi ‘Il Trovatore’, ‘Rigoletto’ e ‘La traviata’ unite da una monumentale bandiera e da un forte richiamo all’attualità nell’audace regia di Francesco Micheli
di

Tre opere verdiane in pochi giorni una dietro l’altra a partire dal 13 settembre con ‘Trovatore’, replica il 22 e a seguire ‘Rigoletto’ 15 e 29 e  ‘La Traviata’ 21 e 30. Tre opere di nuovo allestimento in meno di un mese, subito dopo la pausa estiva.  

‘Nano’ Campeggi: quando l’arte dipingeva il cinema Il fascino dell’affiche da Lautrec agli Anni Settanta rivive nei manifesti dedicati dall’artista scomparso al grande cinema americano: Via col Vento, Gigì, Ben Hur e all’ icona più amata: Marilyn
di

Se ‘Nuovo cinema Paradiso’ è la più autentica dichiarazione d’amore del cinema  per il cinema, anche i manifesti di ‘Casablanca’ e ‘Via col Vento’ che, tra le foto e le ‘pizze’ si intravedono nella cabina di proiezione di Alfredo, possono essere considerati, non solo da  Tornatore, tra i più significativi dell’ arte dell’affiche cinematografico.

Genova e l’ansia di un Paese stanco A colloquio con lo psicologo Loris Pinzani sul senso di incertezza sociale che può aprire la strada a pericolose derive
di

Si sommerà al ricordo delle  tante tragedie che il nostro paese ha subìto e che va ad accrescere quello stato d’incertezza che da anni -25-30 non saprei – ci accompagna, questa di cui parlo è un’ansia dovuta ad un effetto sommatorio  di tanti fatti negativi,  anche se non vissuti direttamente, sedimentati nella nostra mente

Villa Triste e la memoria ritrovata Firenze: una nuova lapide sul luogo delle torture e dei crimini fascisti della ‘Banda Carità’ e un monito a non sottovalutare la deriva psicologica antisociale in atto
di

I tedeschi avevano concesso ai fascisti l’uso dei piani inferiori e degli scantinati del caseggiato, dove il famigerato Mario Carità aveva organizzato il Reparto Servizi Speciali, costituiti da criminali di tutti i tipi in cambio di una sorta di amnistia e personaggi dalla mente fortemente disturbata.

Robert Guèdiguian: farò sempre film sugli oppressi, i deboli, gli immigrati Alla consegna del Premio Fiesole Maestri del cinema il regista franco-armeno preannuncia un nuovo film sul fenomeno migratorio su cui si misura la nostra umanità
di

La conversazione  col regista e con sua moglie, protagonista dei suoi film, Arianne Ascaride, è l’occasione non solo per  far conoscere meglio al pubblico italiano la sua  ampia filmografia, le idee che la sostengono, le modalità produttive

In 40mila sullo scivolo con le piante intelligenti Il ‘Florence Experiment’ in Palazzo Strozzi, condotto dal prof Stefano Mancuso, esperto di neurobiologia vegetale, dimostra la reattività delle piante alle emozioni del pubblico, alla gioia ed alla paura
di

In un Progetto che si divide in due parti: la prima è costituita da due grandi scivoli del cortile, ‘The Florence Experiment Slides’, appunto, che ogni visitatore  può sperimentare portando con sé una pianta di fagiolo e quindi vivendo, come si è visto, un’esperienza inedita e anche eccitante all’interno di un palazzo storico.

1 2 3 17