Autore Gisella Governi

Esteri
Iran: dopo il voto, cosa cambierà?
Morris Mottale, professore presso la facoltà di Scienze Politiche della Franklin University, spiega cosa ci dobbiamo aspettare da queste elezioni presidenziali in Iran
di

Ad un giorno dalle elezioni cerchiamo di capire come questo voto influenzerà il Paese: è davvero auspicabile, in Iran, un cambiamento? O chiunque vincerà il regime repressivo della Repubblica Islamica rimarrà sempre uguale?

EsteriEsteri
Iran: il voto ‘libero’ delle municipali
Il 19 maggio gli iraniani si recheranno al seggio anche per eleggere i consiglieri municipali, ecco perchè questo voto è davvero libero
di

Le elezioni locali riflettono il sistema di parentela dei vari centri di potere, clan che gestiscono il potere politico e religioso, ma le candidature sono libere, tutti si possono candidare

EsteriEsteriEsteri
Chi è Ebrahim Raisi? il vero avversario di Rouhani
Il conservatore che prova a espugnare il presidente uscente Rouhani
di

Si oppone alla politica filo-occidentale di Rouhani mobilizzando sia i conservatori sciiti sia lo strato della popolazione più povera ad andare al voto per eleggere lui, il vero rappresentante dell’ala conservatrice. Il suo programma punta ad un sistema economico autosufficiente, chiamato economia della ‘resistenza’

EsteriEsteriEsteriEsteri
Iran: chi è Hassan Rouhani? il favorito nella corsa presidenziale
Il 'riformatore' che punta al secondo mandato
di

Per quattro anni Rouhani ha portato avanti un programma filo-riformatore, basato su una politica d’apertura con l’Occidente e l’Asia. Questa politica filo occidentale è arrivata al culmine nel 2015, anno in cui il Governo Rouhani, dopo 21 mesi di trattative, ha trovato un’intesa sul progetto nucleare con i ʹ5+1ʹ

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Presidenziali in Iran: sarà lotta a due Raisi-Rouhani?
Il punto della situazione della campagna presidenziale: la vittoria di Rouhani sarà possibile al primo turno?
di

Il 19 maggio si terrà il primo turno: cerchiamo di capire chi sono i candidati e come si sta muovendo la situazione interna a pochi giorni dalle elezioni. Tre dei sei canditi si sono autoesclusi dal voto: ecco i due maggiori sfidanti

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Elezioni in Iran: ecco cosa c’è in ballo
Raffaele Mauriello, professore presso l’Università Allameh Tabatabai di Teheran, spiega come le elezioni iraniane potrebbero mutare le relazioni internazionali mondiali
di

‘Queste elezioni incideranno moltissimo sull’influenza iraniana in Occidente’ e in Oriente: se tornassero al Governo i conservatori come si evolverebbe la politica estera iraniana nei confronti di Russia, USA, Europa e Medio Oriente?

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Elezioni in Iran: il risultato è così scontato?
Raffaele Mauriello, professore presso l’Università Allameh Tabatabai di Teheran, spiega i punti salienti della campagna elettorale
di

‘I sei candidati scelti dal Consiglio dei Guardiani quest’anno rappresentano abbastanza fedelmente le varie correnti politiche del Paese’. Il primo avversario del Presidente in carica Rouhani non sarà Raisi, bensì Ghalibaf, attuale sindaco di Teheran

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
‘Empire 2.0’: l’utopia del neocolonialismo inglese
Il parere di Carlo Altomonte, professore di economia politica presso l'Università Bocconi
di

‘Gli inglesi, come dice Junker, non hanno ben compreso la situazione in cui si trovano. Diciamo che l’idea dell’ ʹEmpire 2.0ʹ, anche per il nome in sé, già dà fastidio a molti; e potrebbe avere senso solo se l’Inghilterra trovasse con l’UE un’intesa economica positiva’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItalia
Partiti e Sindacati in default, tutta colpa dell’economia?
La crisi dei corpi intermedi spiegata da Carlo Galli e Ida Regalia
di

Claudio Galli: ‘Dentro questo mondo dominato dalla logica del capitale non c’è nessuno spazio per il conflitto sociale’. Per Regalia ‘all’interno della globalizzazione è impossibile che il sindacato riesca ad opporsi alla delocalizzazione delle aziende’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaEsteri
La Turchia di Erdogan e i difficili rapporti con l’Occidente
Domenico Fracchiolla, professore di relazioni internazionali presso la LUISS di Roma, spiega come si sta evolvendo la situazione in Turchia
di

Nel giorno della liberazione del giornalista italiano Gabriele Del Grande, cerchiamo di capire come Ankara si stia sempre di più avvicinando alla deriva antidemocratica; come si evolveranno i rapporti con Europa, Stati Uniti e Russia?

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaEsteriEsteri
L’Isis vota Le Pen?
Marco Lombardi, professore presso la Cattolica di Milano e direttore del centro ITSTIME, spiega le modalità dell'attacco terroristico sugli Champs-Elyseés
di

A tre giorni del primo turno elettorale in Francia l’IS rivendica l’attacco terroristico sugli Champs-Elyseès. Cerchiamo di capire come questo attentato influenzerà le elezioni in Francia e se, in qualche modo, l’azione di Daesh abbia voluto favorire Marine Le Pen, leader del ʹFront National!ʹ

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaEsteriEsteriEsteri
Elezioni anticipate in GB: vittoria scontata di Theresa May?
Edoardo Bressanelli, professore di Scienze politiche al King's College London, spiega la politica interna del Regno Unito in vista dell'hard Brexit
di

Dopo l’annuncio delle elezioni anticipate, cerchiamo di capire cosa ha portato la premier e leader del Partito conservatore a dare le proprie dimissioni: come incideranno le elezioni dell’8 giugno nelle trattative fra Europa e Inghilterra?