Autore Sabrina Duarte

Esteri
Turchia, 4 anni dopo la ‘comune’ di Gezi Park
Paradossalmente la società civile turca opposta al Governo si sente oggi persino più forte
di

Ma oggi cosa è rimasto di quella protesta oceanica? “Le cose che eravamo riusciti ad ottenere immediatamente dopo Gezi le abbiamo perse tutte. Volevamo più diritti, oggi ne abbiamo meno di allora”

EsteriEsteri
Israele-Hezbollah, guerra-non guerra: situazione potenzialmente esplosiva
Le tensioni fra i due Paesi sono concrete, ma dopo 11 anni dal secondo conflitto israelo-libanese molte cose sono cambiate
di

Quasi quotidianamente i media israeliani pubblicano articoli ed interviste relative ad un conflitto ormai vicino. Ma per molti analisti il costo per entrambi sarebbe enorme. Il rischio più concreto tuttavia è che la nuova guerra inizi in territorio siriano, per poi investire il Libano

EsteriEsteriEsteri
Libano: una start up per l’istruzione dei rifugiati
Una scuola, una piccola oasi di felicità in un deserto di privazione
di

Un’idea, tre associazioni, un incubatore umanitario. Il campo scuola di Miniara dopo soli tre anni è riuscito ad ospitare piu di mille bambini e 50 dipendenti

EsteriEsteriEsteriEsteri
Turchia-Usa, un rapporto sempre più complicato
La questione siriana rischia di incidere sull'esito dell'incontro tra Erdogan e Trump del prossimo 16 maggio
di

Trovare un accordo che permetta ai rapporti già abbastanza tesi fra Washinghton e Ankara di reggere, richiederà tempo e un concreto impegno diplomatico. In caso contrario le difficili relazioni tra le due parti continueranno ad incidere sulle decisioni degli USA in Medio Oriente ed Europa

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
‘Erdogan non lo ferma più nessuno’
Il pensiero degli attivisti dopo la vittoria del Sì al referendum costituzionale del 16 aprile
di

‘E dopo aver tolto di mezzo chi lo ostacola, il 2018 sarà l’anno effettivo in cui il partito lavorerà per il Paese, in vista delle prossime elezioni del 2019’. ‘Questo gruppo è la dimostrazione del fatto che l’Akp agisce secondo le proprie regole. Non vedremo mai più elezioni eque fino a quando loro saranno al potere’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Proteste in Turchia: “Non faremo passi indietro”
Erdogan vince il dominio politico su un Paese fondamentalmente diviso
di

Metà della popolazione si è espressa in modo negativo, e subito dopo il risultato, in migliaia si sono riversati nelle vie di Istanbul, Ankara e Izmir per protestare.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Turchia e i rifugiati: il bottegaio della solidarietà
Nell’assenza del governo un ex immigrato aiuta i profughi siriani di Izmir
di

‘Il governo, con la sua assenza, è responsabile delle tensioni che quotidianamente si manifestano fra loro e i cittadini turchi. Sono i singoli ad essere costantemente presenti, ad offrire ciò che hanno, ma è chiaro che non possiamo risolvere il problema’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
La musica a Izmir abbatte le barriere sociali
Alla scoperta dell’Associazione per la Musica e del suo lavoro
di

Octay e i suoi ragazzi utilizzano la musica come fosse uno strumento di comunicazione internazionale fra popoli di culture diverse, e attraverso diverse attività cercano di trasmettere messaggi importanti

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Egitto, Mubarak torna libero
L'ex-Presidente torna a vivere nel quartiere di lusso di Heliopolis
di

Cosi come la libertà di espressione è stata e continua ad essere soffocata, anche le pressioni economiche hanno preso il sopravvento, gravando pesantemente sulle tasche della maggior parte degli egiziani.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Il Cairo, voglia di normalità
Cosa è rimasto dei giorni della rivoluzione del 2011
di

Non si parla di mancanza di diritti. Nelle loro parole si sente solo la voglia di trovare un lavoro migliore, di vivere una vita come quella che viviamo noi: una esistenza normale