Autore Emanuele Cuda

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Israele: Benjamin Netanyahu e l’ ‘ipocrisia europea’ Dopo la visita a Parigi a Emmanuel Macron, il Premier israeliano ha oggi incontrato Federica Mogherini e i Ministri degli Esteri UE
di

Al centro, la decisione del Presidente americano Donald Trump di spostare la sede dell’ ambasciata statunitense in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme. Decisione che ha scatenato una nuova intifada palestinese oltre che le critiche da parte di numerosi attori della comunità internazionale e le minacce dell’ Isis e di Al Qaeda. Oltre l’ Iran, la Turchia, anche numerosi Paesi europei non hanno accolto favorevolmente l’ annuncio di Trump.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Iran – Iraq: il petrolio che ‘avvicina’ L’Iraq esporterà fino a 60mila barili di petrolio al giorno per mezzo di autocisterne sull’ autostrada
di

In quell’ occasione, Asim Jihad aveva inoltre annunciato che l’  Iraq di aver firmato il primo accordo per consegnare petrolio dai campi petroliferi di Kirkuk ai mercati iraniani.«L’accordo contribuirà ad aumentare le esportazioni petrolifere dell’Iraq e a rafforzare le relazioni economiche con i paesi vicini» ha messo in chiaro Yasiri.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Israele – Palestina: scoppia la nuova Intifada L' intervista con Andrea Dessì (IAI)
di

Ieri sera, alle 19 ora italiana, il Presidente statunitense Donald Trump ha annunciato ufficialmente lo spostamento della sede dell’ ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme.A 30 anni dall’ inizio della Prima Intifada, il 9 dicembre 1987, ‘la rivolta delle pietre’, «facciamo appello affinché domani 8 dicembre sia il giorno in cui si scatenino la collera e la intifada palestinese contro la occupazione a Gerusalemme e nella Cisgiordania» ha detto Haniyeh.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Stati Uniti: il no di Trump al ‘Global compact on migration’ Quali le conseguenze a livello internazionale? Parla Maurizio Ambrosini, Docente di Sociologia delle Migrazioni presso la Facoltà di Scienze politiche, Università degli Studi di Milano
di

‘La dichiarazione non è in linea con le politiche per l’immigrazione e i rifugiati americane e con i principi dell’amministrazione Trump’. Queste le parole usate dall’ ambasciatrice americana all’ ONU, Nikki Haley

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Yemen: con l’ uccisione dell’ ex Presidente Saleh, persa ogni speranza? Quale destino attende il conflitto yemenita? E' ancora possibile una mediazione?
di

Si è appreso nel pomeriggio dell’ uccisione dell’ ex Presidente Ali Abdullah Saleh. La notizia della tragica fine dell’ ex Presidente yemenita è  stata rilanciata dall’ emittente ufficiale del movimento ribelle Houthi che ha diffuso un video che riprendeva il corpo esanime di Saleh, pochi minuti dopo il decesso.

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Germania – Cina: le imprese tedesche minacciano di lasciare la Repubblica Popolare Al centro dei contrasti, l' eccessiva interferenza del Partito Centrale
di

Lo scorso 24 novembre, le “Delegazioni dell’industria e del commercio tedesco in Cina” (AHK China) hanno emesso una dichiarazione forte che minacciava di ritirarsi dal mercato cinese qualora il Partito comunista cinese (PCC) perpetuasse il suo tentativo di interferire con le attività interne delle compagnie straniere.