Autore Fulvio Beltrami

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Rwanda, il giallo dell’arresto (e ricomparsa) di Diane Rwigara Dietro l’arresto di fatto c’è il Presidente, la motivazione è la lotta tra diversi clan tutsi per il potere
di

‘Il principale problema di Paul Kagame riguarda il modello di potere da lui creato basato su una élite politica minoritaria che intende governare il Paese impedendo il necessario power sharing. Kagame di fatto sta bloccando il processo democratico’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Israele: immigrati africani accusati di minacciare l’identità ebraica Il movimento Blacks out! e l'appoggio rinnovato di Netanyahu, che nasconde però motivazioni 'insospettabili'
di

L’appoggio offerto al Primo Ministro israeliano al movimento xenofobo di Miri Regev è uno stratagemma per rafforzare alleanze con l’estrema destra e le frange dell’ebraismo ortodosso per meglio affrontare la politica di occupazione della Palestina

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Burundi: le reazioni internazionali al rapporto ONU La divisione dei Paesi europei ma anche gli appoggi e le chiusure nelle altre Nazioni. Emblematico il silenzio dell’Italia
di

Paesi che auspicano l’apertura di una procedura giudiziaria presso la Corte Penale Internazionale e Paesi che fanno dichiarazioni più caute che celano rapporti di supporto, connivenze o progetti alternativi alla CPI per risolvere la crisi

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Burundi: cosa dice il rapporto ONU Pubblichiamo un estratto del rapporto che si concentra sul periodo repressivo più intenso: dicembre 2015-gennaio 2016
di

Il rapporto ha creato panico e rabbia tra i quadri militari e politici del regime di Nkurunziza che reagiscono negando ogni accusa e affermando che gli inquirenti delle Nazioni Unite facciano parte di un complotto orchestrato da Unione Europea, Stati Uniti, Rwanda e Israele

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Uganda, ultimi preparativi per l’economia dei petrodollari La revisione Costituzionale è strettamente collegata all'imperativo di mantenere il controllo sul Paese in questa delicata fase di transizione
di

E’ di vitale importanza che tutto il network produttivo petrolifero sia pronto per il 2020. Questo assicurerà la vittoria elettorale di Museveni che ha già chiarito che la produzione di carburante in loco produrrà un calo del 60% del costo del carburante e creerà un immediato aumento dei margini di profitto

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Congo: la verità nascosta del massacro dei rifugiati burundesi a Kamanyola Le autorità congolesi hanno dato 4 versioni diverse e discordanti: parlano 6 testimoni diretti che hanno rischiato di essere uccisi
di

I testimoni in esclusiva ci dicono: eccidio fatto da burundesi, soldati regolari o miliziani Imbonerakure, mandati dal Governo burundese e con la complicità di vertici congolesi, mentre le forze ONU ‘stanno a guardare’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Uganda, riforma costituzionale per ‘ringiovanire’ Museveni Approvato il provvedimento legislativo che permetterà al 72enne leader maximo di presentarsi alle elezioni presidenziali del 2021, perché non si trovano successori
di

Museveni costretto a rimanere al potere per assicurare all’Uganda una corretta transizione dall’economia basata sull’agricoltura e sulla rapina regionale delle risorse naturali ad una economia industriale sorretta dal petrolio

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Uganda, è guerra segreta contro il terrorismo islamico Dalla notte del terrore del 2010, Museveni ha mantenuto la sua promessa: nessun altro attentato terroristico è stato realizzato
di

La tattica del governo ugandese nei confronti della setta Tabliq è quella di controllarla assiduamente e di isolarla dalla maggioranza dei musulmani ugandesi che già condannano le sue idee estremistiche

1 2 3 12