Autore Fulvio Beltrami

Esteri
Elezioni in Angola: proteggere la famiglia Dos Santos
Lo storico Presidente rivoluzionario José lascia lo 'scettro' del Paese: è l'unico modo per prevenire una rivoluzione
di

Dopo 38 anni di potere incontrastato José Dos Santos abbandona il potere, non presentandosi alle elezioni che si sono tenute oggi 23 agosto. La decisione fu…

EsteriEsteriEsteriEsteri
Egitto, Turchia. I nuovi alleati del regime Nkurunziza.
Burundi: terra di conquista per Ankara e Il Cairo
di

Il regime del dittatore Pierre Nkurunziza sta soffocando economicamente principalmente per tre fattori: l’embargo economico decretato dall’Unione Europea, la razzia di valuta pregiata compiuta dai gerarchi…

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Kenya, non si può morire per Odinga
Falliti i tentativi di contestare le elezioni con il supporto popolare
di

Il leader dell’opposizione del Kenya, Raila Odinga, dinnanzi ai risultati, ancora provvisori ma che chiariscono una netta vittoria del Presidente Uhuru Kenyatta, è convinto che le…

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Kenya, un criminale come Presidente?
La rete criminale e mafiosa tiene in piedi Kenyatta
di

L’ufficializzazione del risultato delle elezioni in Kenya tarda arrivare, ma oramai è questione di ore, l’ennesimo rinvio ora fissa per oggi l’ufficializzazione. Si parla ancora di…

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Rwanda: vittoria scontata e fake news diffamatorie
La fake news è tesa a dipingere una situazione della maggioranza degli Hutu come disperata
di

Sarebbero vittime di uno spietato dominio della minoranza tutsi e coverebbero venti di ribellione. Se la maggioranza hutu fosse brutalmente repressa e nutrisse desideri di ribellione perché non si è unita alla forza militare che promuove la supremazia hutu nel Paese?

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Burundi: 100 giorni per il trionfo della Giustizia
Un servizio dovuto al popolo burundese vittima della follia genocidaria di Nkurunziza  e interessi economici internazionali
di

‘L’Indro’, che segue la drammatica crisi burundese fin dal macabro omicidio delle nostre consorelle consumatosi nel settembre 2014, ha avuto l’onore di ricevere l’esclusiva da Justice4Burundi di pubblicare la traduzione integrale delle testimonianze di questo orribile genocidio

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Kenya: si vota, oggi, in un clima d’incertezza
Testa a testa tra Kenyatta e Odinga, e si teme violenza postelettorale
di

Quasi 20 milioni di kenioti oggi sono chiamati a votare per decidere il nuovo Presidente, scegliendo tra Uhuru Kenyatta capofila del Jubilee Party e Raila Odinga…

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Elezioni Kenya: alta tensione e Uganda in allerta rossa
Competizione serrata tra Kenyatta e OdingaCompetizione serrata tra Kenyatta e Odinga
di

Sono tre mesi che esperti regionali ed internazionali avvertono dei rischi che le imminenti elezioni presidenziali in Kenya generino violenze post elettorali simili se non peggiori…

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Burundi: la Tanzania lancia un ultimatum a Nkurunziza
Secondo fughe di notizie, Magufuli avrebbe proposto un compromesso al dittatore, anche se a dure condizioniSecondo fughe di notizie, Magufuli avrebbe proposto un compromesso al dittatore, anche se a dure condizioni
di

Magufuli e Museveni si stanno orientando a creare le condizioni per allontanare Nkurunziza,  Bunyoni,  Imbonerakure,  FDLR e far emergere i moderati nel CNDD per porli al potere come garanzia di stabilità e alternativa alla acerba e divisa opposizione e al FNL

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Kenya: l’odiata centrale a carbone di Lamu
La centrale sarà alimentata dal carbone estratto dalle miniere del bacino Mui. Miniere gestite da una multinazionale cineseLa centrale sarà alimentata dal carbone estratto dalle miniere del bacino Mui. Miniere gestite da una multinazionale cinese
di

I lavori stanno subendo forti ritardi causati dal rifiuto dei residenti di accettare ridicole compensazioni per ricollocarsi altrove. Cittadini che considerano le positive ricadute occupazionali ed economiche inferiori ai prevedibili e probabili danni ambientali irreversibili

1 2 3 11