Autore Andrea Battistone

Esteri
Abe mantiene la maggioranza: più vicino il riarmo del Giappone L'analisi di Lorenzo Mariani (IAI) sulla riforma costituzionale giapponese e le sue possibili conseguenze
di

La schiacciante vittoria alle legislative permette al primo Ministro di riformare la Costituzione per abbandonare il pacifismo e porre in essere un vero riarmo del Paese. Le incognite interne e le possibili ricadute della riforma sul piano internazionale contribuiscono all’incertezza dello scenario

EsteriEsteri
Giappone al voto: Abe verso la riconferma, ma con quale maggioranza? Sulle ragioni del voto e sugli scenari che potrebbe aprire abbiamo sentito il professor Axel Berkofsky, Senior Associate Research Fellow presso l'ISPI
di

La ripresa economica, la frammentazione delle opposizioni e la necessità di allontanare lo spettro del clientelismo fra le ragioni del voto. E all’orizzonte la possibilità di superare il principio pacifista e rendere il Giappone una potenza militare a tutti gli effetti

EsteriEsteriEsteriEsteri
Rischio default e Governo in esilio: la morsa che può strangolare il Venezuela L'insediamento a Washington del Tribunale di Giustizia, composto dai magistrati oppositori del regime, e lo spettro del default finanziario rendono ancora più incerto il futuro del Paese.
di

L’economia allo sbando, il rischio di un default sovrano e lo spettro di un Governo in esilio. Queste le maggiori incognite nel futuro del dittatore venezuelano  Nicolas…

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Austria: con Kurz sempre più vicino al gruppo Visegrad Il commento di Matteo Villa, ricercatore presso l’Istituto di Studi Politici Internazionali (ISPI)
di

Uno scenario dall’esito imprevedibile quello delle ultime elezioni, che porta il Paese sempre più accanto al club composto da chi, pur facendo parte della UE, ne critica alcuni dei principi fondamentali proclamando la necessità di una chiusura totale delle frontiere e un irrigidimento delle politiche migratorie

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteri
Catalogna: la mediazione della Chiesa per fermare l’escalation Juan José Omella, arcivescovo di Barcellona, e l’abate di Montserrat, Josep Maria Soler, sono i negoziatori che la Catalogna vorrebbe usare per tentare di mediare
di

La Chiesa sarebbe disposta a tentare un’opera di mediazione. In prima linea vi sarebbero le principali gerarchie ecclesiastiche spagnole, regista il Segretario di Stato Parolin. Il Vaticano contrario a ogni atteggiamento non basato sul rispetto della ‘legalità costituita’ e a un’autodeterminazione che non scaturisca da un processo di decolonizzazione

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItalia
Secessione ‘made in Italy’: la Sardegna vuole la ‘pistola’ dell’Indipendenza Rivendicazione identitaria, tutela dalle discriminazioni, lotta contro l’oppressione alla base della richiesta
di

L’Onorevole Mauro Pili ha depositato una proposta di legge costituzionale che prevede un referendum sull’indipendenza. Secondo il costituzionalista Enrico Grosso, “l’indipendenza della Sardegna sarebbe una rivoluzione quindi non potrebbe avere una base legale”

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaItalia
Captatore informatico: la nuova frontiera delle indagini penali Sulle potenzialità del captatore informatico e sul difficile bilanciamento fra sicurezza e tutela dei diritti abbiamo intervistato l’Avvocato Stefano Mele
di

‘Se vogliamo combattere davvero una guerra alla criminalità organizzata, al terrorismo, alla pedopornografia, dobbiamo dotare le nostre Forze dell’Ordine delle armi migliori di cui disponiamo. La situazione odierna, invece, li vede in prima fila con armi spuntate e obsolete’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteri
Incontro Haftar-Pinotti: l’Italia punta sulla Realpolitik Intervista all’Ammiraglio Ferdinando Sanfelice di Monteforte, docente di Strategia presso l’Università di Trieste
di

‘L’Italia sta cercando di stabilire un dialogo con tutti i vari attori principali della situazione libica. L’incontro mostra come noi facciamo bene attenzione a rispettare le gerarchie, almeno quelle teoriche, nel Paese libico’

EsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriEsteriItaliaItaliaEsteriEsteriEsteri
Efficienza e dialettica: il primo passo per la riforma ONU Intervista alla professoressa Nicoletta Pirozzi, esperta di Nazioni Unite presso l’Istituto Affari Internazionali (IAI)
di

L’attuale struttura, creata oltre sessant’anni fa, appare sempre più inadeguata. Il peso della burocrazia, la scarsa rapidità d’azione ed un sistema di veti incrociati di cui si è spesso abusato sono ostacoli sempre più insopportabili