Cultura&Società Video

Australia, cos’è l’asma da temporale?

I pollini di lolium hanno assorbito l’umidità e poi si sono diffusi nell'atmosfera

Advertising

Asma da temporale? Ebbene sì, fino a ieri nessuno sapeva cosa fosse. Poi l’episodio in Australia, dove sei persone hanno perso la vita in seguito ad un attacco durante un forte temporale vicino Melbourne. Colpite però ben 8500 persone che, secondo il ‘Sydney Morning Herald‘, sono dovute ricorrere alle cure mediche e curare questo asma da temporale. ma cosa è successo esattamente? Il temporale ha scatenato i pollini di lolium, una pianta della famiglia delle Graminacee, che hanno assorbito l’umidità e poi si sono dispersi nell’atmosfera. Una volta a contatto con le vie aeree umane ecco arrivare le crisi di asma. E l’Australia è uno dei Paesi con il maggior tasso di asma: ben 1 decimo della popolazione ne soffre e l’80% di questi alle graminacee.

«Tra i fattori scatenanti l’asma bronchiale ci sono anche le condizioni meteorologiche come le basse temperature durante i mesi invernali ma anche i temporali», dice a humanitasalute la dottoressa Francesca Puggioni. «Nel caso di temporali, i meccanismi che inducono le riacutizzazioni dell’asma sono due: uno diretto per effetto dell’abbassamento delle temperature, l’altro indiretto che dipende dalla diversa concentrazione degli allergeni. In genere la pioggia riduce la concentrazione di pollini, ma se è troppo intensa può frammentarli e renderli così più facilmente diffusi e respirabili. Ed ecco l’asma da temporale: nelle ore successive a un temporale si è riscontrato un aumento dei ricoveri da asma, anche grave, fra soggetti affetti asma e/o rinite allergica».

Ma questo asma da temporale può davvero creare problemi seri alla salute delle persone: «Il suo effetto è più o meno intenso a seconda della stagione in cui si verifica il temporale. Ogni allergene ha il suo picco di concentrazione a seconda della stagione dell’anno: se il temporale si verifica quando la concentrazione allergenica è al suo massimo, gli effetti possono essere davvero negativi».

 

(video tratti dai canali Youtube di Jane Bunn Officialjojo)

Native Advertising

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>