martedì, luglio 17

Ai Weiwei su migrazioni e barriere Si tratta di un'opera che non si esaurisce nelle installazioni fisiche presenti negli spazi cittadini

0

‘Buoni confini fanno buoni vicini’. E’ questo il proverbio richiamato dalla nuova opera dell’artista e attivista cinese Ai Weiwei, installata a New York. L’opera sarà fruibile dal 12 ottobre all’11 febbraio 2018.

Si tratta di un’opera che non si esaurisce nelle installazioni fisiche presenti negli spazi cittadini, ma che sarà visibile e presente anche su edifici, mezzi pubblici e in tutti i contesti che ne accentuano il carattere multimediale e multi-sito.

Lo spettatore può guardare ma anche interagire con le installazioni, tra cui spiccano una grande gabbia all’entrata di Central Park, che evoca lusso ma anche chiusura e una barriera metallica presso l’ icona della Unisphere di Flushing Meadows-Corona Park.

Il tema delle migrazioni è molto caro ad Ai Weiwei. ‘Good Fences make Good Neighbors’ è solo parte di una riflessione più generale dell’artista, che comprende anche il recentissimo documentario Human Flow, e va in scena in una città che l’artista conosce per averci a lungo vissuto, tra gli anni ’80 e ’90.

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.