lunedì, novembre 20

Accadde Oggi: non un bel giorno per essere Inca 15 novembre 1532-1533: Pizarro ottiene due vittorie contro gli andini

0
Download PDF

Il 15 novembre non deve essere un bel giorno per essere un Inca. Perché nel 1532 e nel 1533, Francisco Pizarro, uno dei due più famosi conquistadores con Hernan Cortés, ottenne due decisive vittorie nella sua lotta contro l’inerme popolo andino, e le ottenne entrambe il 15 novembre. Il 15 novembre 1532, Pizarro incontrò Atahualpa, il re degli Inca, a Cajamarca, nell’odierno Perù. Al termine dell’incontro, Pizarro imprigionò re Atahualpa e iniziò il massacrò degli Inca, che continuò anche nel 1533, quando, sempre il 15 novembre, il massacro proseguì con la conquista di Cuzco, sempre nell’attuale Perù, da parte del solito Pizarro.

D’altronde, la maggiore malizia e astuzia dello spagnolo, unita a un indubbio vantaggio di tipo tecnologico-militare stavano spianando la strada ai conquistatori europei sulle popolazioni locali: le armi in ferro, più elaborate, erano decisamente più letali di quelle in rame degli Inca, conoscitori dei metalli, vista l’area ricca di giacimenti; le armi da fuoco, benché non molto efficienti da un punto di vista militare, costituivano un grande vantaggio da un punto di vista psicologico, visto il grande frastuono che spaventava le popolazioni locali. Il cavallo era un animale sconosciuto agli Inca e l’efficienza del loro utilizzo ebbe un ruolo di notevole importanza sulla vittoria finale.

Non ultimo, nonostante la schiacciante maggioranza numerica dei locali, una strategia molto accorta, che sfruttava le rivalità delle varie popolazioni sudamericane, insieme alla fortuita eventualità delle malattie portate dagli europei, per cui gli Inca (e questo vale anche per gli altri popoli di quel mosaico composito e complesso che erano le cosiddette civiltà precolombiane) non avevano le difese immunitarie adatte a difendersi dai germi importati dal Vecchio Continente, decimarono la popolazione, facendo venir meno questo indubbio vantaggio, o comunque depotenziandolo. Nel video, un rapido ripasso di quello che fu la conquista (e il crollo) di uno degli imperi più affascinanti, impenetrabili e, ad oggi, ancora misteriosi della storia dell’uomo: l’Impero Inca.

Commenti

Condividi.

Sull'autore